Maria Mancini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria Mancini
Oil on panel portrait of Marie Mancini, Princess Colonna.jpg
Principessa Colonna
Nascita Roma, 28 agosto 1639
Morte Clichy, Francia, 8 maggio 1715
Padre Lorenzo Mancini
Madre Geronima Mazarino
Consorte Lorenzo Onofrio I Colonna

Anna Maria (Marie) Mancini (Roma, 28 agosto 1639Pisa, 8 maggio 1715) era la terza delle cinque sorelle Mancini; nipoti del cardinale Giulio Mazarino che furono portate in Francia per sposarsi vantaggiosamente. Insieme alle due cugine Martinozzi, le sorelle Mancini erano note alla corte di Re Luigi XIV di Francia come le Mazarinettes.

Infanzia e famiglia[modifica | modifica sorgente]

Maria Mancini nacque il 28 agosto 1639 e crebbe a Roma. Suo padre era il Barone Lorenzo Mancini, un aristocratico italiano che era anche negromante e astrologo. Dopo la sua morte nel 1650, sua madre, Geronima Mazarino, portò lei e le sue sorelle da Roma a Parigi nella speranza di usare l'influenza di suo fratello, il cardinale Mazzarino, ed ottenere per loro matrimoni vantaggiosi.

Le altre sorelle Mancini furono:

Le Mancini non furono gli unici membri femminili della famiglia che il cardinale Mazzarino portò alla corte francese. Le altre furono le cugine di primo grado di Mari, le figlie della sorella maggiore di Mazzarino. La maggiore, Laura Martinozzi, sposò Alfonso IV d'Este, duca di Modena e fu la madre di Maria di Modena, seconda moglie di Giacomo II d'Inghilterra. La più giovane, Anna Maria Martinozzi, sposò Armando, Principe di Conti.

Maria Mancini aveva anche tre fratelli: Paul, Philippe, e Alphonse.

Gioventù[modifica | modifica sorgente]

In Francia, il nome di Anna Maria fu francesizzato in Marie. "Bruna, vivace e bvella,"[1] Maria catturò il più grande premio della corte francese: l'amore romantico di Luigi XIV. Secondo la biografia di Antonia Fraser Gli amori del Re Sole, alla madre di Maria, Geronima, fu predetto da un oroscopo che Maria sarebbe sta fonte di preoccupazioni e sul letto di morte chiese che il Cardinale Mazzarino facesse, "rinchiudere Maria per sempre in convento".

Maria non consumò il suo rapporto con il Re Sole. Il suo amore per lei fu qualcosa di idealistico, ma era così infatuato che voleva sposarla. In fine, il Cardinale Mazzarino e la madre del giovane re, Anna d'Austria, separarono la coppia, allontanando Maria in esilio e organizzando per Luigi il matrimonio con sua cugina, Maria Teresa di Spagna.

Esilio e matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Nel 1661, Maria fu mandata via per per sposare un nobile italiano, Lorenzo Onofrio I Colonna, che osservò dopo la loro prima notte di nozze che fu sorpreso di trovarla ancora vergine. Lo sposo non si aspettava di trovare, "l'innocenza fra gli amori di un sovrano." (dal libro di Antonia Fraser Gli amori del Re Sole).

Ebbero tre figli, tutti maschi:

  • Filippo, nato nel 1663
  • Marcantonio, nato nel 1664
  • Carlo, nato nel 1665

Fuga e morte[modifica | modifica sorgente]

Dopo la nascita del terzo figlio, i rapporti tra Maria e suo marito si deteriorarono. Il 29 maggio 1672, temendo che suo marito volesse ucciderla Maria lasciò Roma accompagnata da sua sorella Ortensia. Nel 1677, al fine di sostenersi, scrisse le sue memorie. Non fece ritorno in Italia fino alla morte del marito nel 1689.

Morì a Pisa e fu sepolta nella Chiesa del Santo Sepolcro.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Miller 1987

Biografia[modifica | modifica sorgente]

  • Miller, John (1987). Bourbon and Stuart: Kings and Kingship in France and England in the Seventeenth Century. ISBN 0-531-15052-6.
  • Benedetta Craveri, Amanti e regine. Il potere delle donne, Milano, Adelphi, 2008.ISBN 978-88-459-2302-9
  • Antonia Fraser, Gli amori del Re Sole. Luigi XIV e le donne, Milano, Mondadori, 2007. ISBN 88-459-1999-4
  • Guido Gerosa, Il Re Sole. Vita privata e pubblica di Luigi XIV, Milano, Mondadori, 1998. ISBN 88-04-47181-6

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 41953559 LCCN: n84184577 SBN: IT\ICCU\RAVV\011666