Oroscopo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Affresco di Baldassarre Peruzzi che raffigura l'Oroscopo di Agostino Chigi, in cui i pianeti e le costellazioni, rappresentati in sembianze mitologiche, fanno riferimento ad una precisa posizione astronomica (volta della Loggia di Galatea di Villa della Farnesina a Roma)[1]

L'oroscopo (dal termine latino hōroscopus, a sua volta proveniente dal greco ὡροσκόπος hōroskópos, composto di ὥρα (hṓra), durata di tempo, e σκοπέω (skopéō), osservare) è l'interpretazione astrologica della posizione degli astri al momento in cui si verifica un qualsiasi evento. L'arte divinatoria di produrre un oroscopo si chiama oroscopia.

Oroscopo in senso pseudoscientifico[modifica | modifica wikitesto]

La ricognizione della posizione degli astri è un'operazione tecnica realistica, in quanto consiste nella costruzione di una carta celeste con le posizioni dei pianeti e delle stelle al momento dell'evento preso in esame; viceversa la sua interpretazione allo scopo di predire il futuro è totalmente arbitraria e pseudoscientifica. La predizione viene formulata sull'assunto che la posizione dei pianeti e dello zodiaco al momento di un evento influenzi il destino o il futuro delle persone. L'oroscopo più comune in ambito astrologico è basato sul tema natale, la rappresentazione degli astri formulata al momento della nascita di una persona.

Oroscopo nel linguaggio comune[modifica | modifica wikitesto]

Viene chiamata oroscopo anche la pubblicazione di predizioni generiche sul destino individuale delle persone, classificate secondo il segno zodiacale di nascita; queste predizioni si basano sull'influenza che il passaggio dei pianeti potrebbe avere, nel periodo di tempo considerato dall'oroscopo, sulle persone nate in un determinato segno zodiacale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ G. Mori , Baldassarre Peruzzi, Oroscopo di Agostino Chigi, Loggia di Galatea, ne I luoghi di Raffaello a Roma, a cura di L. Cassanelli e S. Rossi, pp. 38-40, Multigrafica editrice, Roma 1983.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

La nuova enciclopedia delle scienze, Milano, Garzanti, 1988, p. 158.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Astrologia Portale Astrologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Astrologia