MK 108

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MK 108
MK 108 30mm.JPG
Tipo cannone aeronautico
Origine Germania Germania
Impiego
Utilizzatori Germania Luftwaffe
Conflitti seconda guerra mondiale
Produzione
Progettista Rheinmetall-Borsig
Descrizione
Peso 58 kg
Lunghezza 1057 mm
Lunghezza canna 580 mm
Calibro 30 mm
Tipo munizioni 30 × 90 mm RB
Cadenza di tiro 650-660 colpi al minuto
Velocità alla volata 540 m/s.

[senza fonte]

voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

Il Rheinmetall-Borsig MK 108 è stato un cannoncino automatico ad uso aeronautico calibro 30 mm in dotazione ai velivoli da caccia della Luftwaffe come i Focke-Wulf Ta 152 e Ta 154, l'Heinkel He 219 e i Messerschmitt Bf 109 e Me 262.

L'arma fu sviluppata privatamente dalla Rheinmetall-Borsig nel 1940 e venne proposta nel 1942 al RLM in seguito alla richiesta del Ministero di un'arma pesante d'aereo in grado di contrastare i bombardieri Alleati che apparivano in massa sui cieli tedeschi. Si constatò che il cannone era ben appropriato a questo ruolo essendo in grado di abbattere bombardieri come il Boeing B-17 Flying Fortress od il Consolidated B-24 Liberator con solo tre o quattro colpi ed un caccia con solo colpo, utilizzando munizioni ad alto potenziale esplosivo. In confronto il pur eccellente MG 151/20 da 20 mm richiedeva in media 25 colpi per abbattere un B-17.

Vi era però un problema, il cannone MK 108 era più simile ad un lancia granate automatico che ad un vero cannone, relativamente poco preciso (ma questo non era un grosso problema se il combattimento si svolgeva a corta distanza come normale nella seconda guerra mondiale), con un volume di fuoco troppo lento, una corta gittata e una velocità del proiettile inferiore a quella del MG 151, il cannone MK 108 era una superba arma anti bombardiere, ma una pessima arma contro i caccia nemici. Gli aerei che lo montavano come arma esclusiva ebbero ottime affermazioni contro i B-17 e i B-24 ma non riuscirono ad abbattere molti Mustang o Spitfire.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]