Mauser

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mauser Jagdwaffen GmbH
Logo
Stato Germania Germania
Fondazione 31 luglio 1872 a Oberndorf am Neckar
Fondata da Wilhelm e Paul Mauser
Chiusura 1945
Gruppo Lüke & Ortmeier Gruppe
Prodotti Armi lunghe , fucili da caccia
Slogan «Erlebe die Legende»
Sito web www.mauser.com

Mauser è il nome comunemente usato per indicare il produttore tedesco di armi Gebrüder Mauser & Co. Waffenfabrik a Oberndorf am Neckar e la sua linea di fucili bolt-action.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata dai fratelli Wilhelm e Paul Mauser nel 1872 a Oberndorf am Neckar in Germania, la Casa si conquistò grande fama grazie alla grande qualità dei propri prodotti e alle commissioni ricevute prima dalla Prussia poi dalla Germania nazista. I suoi modelli sono stati esportati in tutto il mondo e utilizzati come base per lo sviluppo di molti altri modelli di fucili con otturatore girevole-scorrevole bolt-action .

Ha fabbricato anche alcuni modelli di armi corte sia a tamburo che semi e -automatiche tra cui la C96 con caricatore a 10 colpi note soprattutto come le broomhandle ("a manico di scopa" per la forma del calcio) e dal tipico caricatore posto davanti al grilletto, alcune delle quali automatiche nel vero senso della parola, capaci cioè di sparare a raffica.

Alla fine della Seconda Guerra Mondiale nel 1945 , gli stabilimenti Mauser di Oberndorf am Neckar , di Berlino e di Karlsruhe , vengono smantellate dalle forze occupanti . Nel 1954 , la Mauser rinasce e riprende la produzione oltre che di fucili da caccia e tiro sportivo a palla anche per il settore militare di cannoni antiaerei e cannoncini di bordo per aerei . Per il settore civile vengono inoltre prodotte macchine di misura , calibri speciali e macchine utensili . Nel 1995 la Mauser entra nella Rheinmetall Gruppe e si chiamerà Mauserwerke Oberndorf Waffensysteme GmbH. Nel 1999 la Rheinmetall Gruppe vende il settore armi lunghe a palla ad uso civile della Mauser che entra a far parte della Lüke & Ortmeier Gruppe con il nome di Mauser Jagdwaffen GmbH .

Modelli[modifica | modifica wikitesto]

Prototipi[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cadiou R., Alphonse R., Armi da Fuoco, Milano, Mondadori, 1978
  • Hogg I., Il Grande Libro delle Pistole di Tutto il Mondo, Milano,De Vecchi, 1978
  • www.paul-mauser-archive.com , Mauro Baudino & Gerben van Vlimmeren

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]