Lowell Observatory Near-Earth-Object Search

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Lowell Observatory Near-Earth-Object Search (LONEOS) è un programma intrapreso dalla NASA e dall'Osservatorio Lowell In Arizona, precisamente a Flagstaff, che ha come scopo primario la ricerca di oggetti spaziali vicini alla Terra. Tale programma venne avviato nel 1993. Il principale ricercatore della missione è Ted Bowell.

Il LONEOS è stato progettato, come abbiamo visto, per cercare asteroidi (ECAs) e comete (ECCs), conosciuti come degli oggetti vicini alla Terra (NEOs). Esiste la possibilità di collisioni tra questi corpi e la Terra che possono essere in alcuni casi devastanti; basti pensare all'asteroide che, secondo alcune ipotesi scientifiche, circa 66 milioni di anni fa fu la causa dell'estinzione dei Dinosauri. Con questo programma, si può invece prevedere la venuta di questi oggetti, condizione necessaria per un intervento in grado di modificarne la traiettoria. Esiste, per esempio il progetto per realizzare un "rimorchiatore di asteroidi" che dovrebbe permettere di cambiare la traiettoria di un determinato corpo diretto sulla Terra, tanto più efficace quanto maggiore è il preavviso. Tra il 1999 e il 2000, l'efficienza del LONEOS è aumentata sensibilmente, poiché sono stati applicati una fotocamera CCD e un software in grado di ridurre lo spazio occupato dalle immagini digitali.

Il telescopio[modifica | modifica sorgente]

Esempio di sensore CCD

Il LONEOS utilizza un telescopio Schmidt con apertura di 0,6 m e con f/1.8 dotato di un sensore di tipo CCD con una risoluzione di 16 Megapixel che garantisce un campo visivo che va da 3,57 a 1,58 gradi; è stato acquisito dall'Università di Weslayan, Ohio, nel 1990. Il telescopio è in grado di scandagliare in una sola notte quattro volte un'area di cielo di circa 1000° quadrati, la ripetizione delle riprese è necessaria per rilevare il movimento degli asteroidi e comete e per calcolare usando le diverse posizioni la loro orbita. La fotocamera CCD è riuscita ad individuare addirittura un asteroide con una magnitudine apparente di 19,8, praticamente una flebile, debolissima luce.

La fotocamera CCD[modifica | modifica sorgente]

Il chip della camera CCD è stato prodotto dalla Loral. La Camera scatta fotografie con una risoluzione massima di 2048 per 2048 pixel. Svolge anche la funzione di misuratore termoelettrico operante in scala Celsius. La camera è cilindrica e ha un diametro di 7 pollici (17,8 cm circa). È in grado di scandire la volta celeste ad una velocità fino a 250 kpixels/s con una profondità di 14 bit per pixel.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]