Ledeburite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diagramma di fase ferro-carbonio

La ledeburite è una lega di ferro e carbonio. Prende nome del metallurgista Karl Heinrich Adolf Ledebur, che la scoprì nel 1882.

Deriva dalla solidificazione (a 1147 °C) di un particolare tipo di ghisa fusa, la miscela eutettica contenente il 4,3% di carbonio disciolto nel ferro.

Al di sopra di 727 °C, fino a 1148 °C, la ledeburite è una miscela di cementite e austenite e viene chiamata ledeburite I. La morfologia della ledeburite I si presenta come una matrice metallica di fase gamma all'interno del quale trovano posto dei globuli di fase Fe3C. Sotto i 727 °C, in condizioni di equilibrio (raffreddamento lento), è formata da cementite e perlite e viene chiamata ledeburite II.

Rispetto a questa situazione particolare, si hanno numerose varianti a seconda dei seguenti fattori:

  • presenza di carbonio in quantità maggiore o minore del 4,3%;
  • velocità di raffreddamento elevata o media;
  • presenza di terzi elementi oltre a ferro e carbonio.
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia