La chiave di vetro (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La chiave di vetro
La chiave di vetro.jpg
Veronica Lake e Alan Ladd
Titolo originale The Glass Key
Lingua originale inglese
Paese di produzione Usa
Anno 1942
Durata 85 min
Colore b/n
Audio sonoro
Genere noir
Regia Stuart Heisler
Soggetto Dashiell Hammett (racconto)
Sceneggiatura Jonathan Latimer
Fotografia Theodor Sparkuhl
Montaggio Archie Marshek
Musiche Victor Young
Interpreti e personaggi

La chiave di vetro è un film noir del 1942, diretto da Stuart Heisler. La pellicola è il secondo adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Dashiell Hammett.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Per amore della giovane Janet Henry, il potente e corrotto Paul Madvig è disposto a tutto: pur di compiacerla, per prima cosa decide di sostenere il padre della ragazza, il suo rivale Ralph Henry, alle elezioni per la carica di governatore; poi annuncia di voler troncare ogni rapporto che aveva con la malavita, a partire dal gangster Nick Vanda. Ma quest'ultima decisione non porterà altro che guai; il giorno in cui il figlio di Henry, lo scapestrato Taylor, viene trovato morto, Madvig si trova ad essere il principale sospettato dell'omicidio: il movente è che Madvig non sopportava la relazione tra il defunto e sua sorella Opal. Ma Ed Beaumont, braccio destro di Paul e suo migliore amico, è convinto della sua innocenza ed inizia ad indagare. Troverà molti ostacoli lungo il cammino, ma la sua dedizione alla causa e soprattutto la sua fedeltà all'amico saranno premiate.

Critica[modifica | modifica sorgente]

  • Ricalca fedelmente il romanzo (...) notevoli le scene tra A. Ladd e W. Bendix, cariche di latente omosessualità. Commento del dizionario Morandini che assegna al film tre stelle su cinque di giudizio.[1]
  • Solo Hammett poteva descrivere senza mezzi termini il mondo in putrefazione del potere. (..) Qui, senza perdere il gusto della narrazione, diventa specchio della società esplorata da Hammett. Commento del dizionario Farinotti che assegna al film quattro stelle su cinque di giudizio[2]
  • Rotten Tomatoes assegna al film un punteggio di 6.9/10.[3]

Citazioni e riferimenti ad altre pellicole[modifica | modifica sorgente]

La pellicola è il remake di The Glass Key del 1935;[4] il racconto da cui sono stati tratti i due film ha ispirato Akira Kurosawa per la realizzazione nel 1961 de La sfida del samurai.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Commento de Il Morandini su Mymovies.it
  2. ^ Pino Farinotti, Il Farinotti 2009, Newton Compton Editori 2008 - pag 417
  3. ^ La chiave di vetro su Rotten Tomatoes
  4. ^ (EN) The Glass Key (1935) in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema