Kremenčuk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kremenčuk
comune
Кременчук
Kremenčuk – Stemma Kremenčuk – Bandiera
Localizzazione
Stato Ucraina Ucraina
Oblast Flag of Poltava Oblast.svg Poltava
Distretto Non presente
Amministrazione
Sindaco Oleg Babaev
Territorio
Coordinate 49°04′N 33°25′E / 49.066667°N 33.416667°E49.066667; 33.416667 (Kremenčuk)Coordinate: 49°04′N 33°25′E / 49.066667°N 33.416667°E49.066667; 33.416667 (Kremenčuk)
Altitudine 80 m s.l.m.
Superficie 96 km²
Abitanti 226 976 (2011)
Densità 2 364,33 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 39600 - 39689
Prefisso +380 436
Fuso orario UTC+2
Targa ВІ
Cartografia
Mappa di localizzazione: Ucraina
Kremenčuk
Sito istituzionale

Kremenčuk in ucraino: Кременчук?, in russo Кременчуг (Kremenčug), è un'importante città industriale dell'oblast' di Poltava situata sulle rive del fiume Dnepr. È centro amministrativo del Kremenčuc'kyj Rajon, ma anche un rajon a sé stante.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Kremenčuk si trova a valle del Bacino di Kremenčuk e a monte del Bacino di Dniprodzeržyns'k sul Dnepr.

Ponte Kriukov

La città si sviluppa principalmente sulla riva sinistra del fiume, ma è collegata al quartiere Kriukov, sulla riva destra, mediante il ponte Kriukov. Si trova 93 km a sud-ovest di Poltava e 256 km a sud est di Kiev.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Kremenčuk si suppone sia stata fondata nel 1571. Il nome consiste di due parole: "kremen" ovvero chert (una varietà di quarzo simile alla selce) poiché la città è situata su una grande piattaforma fatta di questo materiale, e "čuk", dall'ucraino "čuyu" ("sento"), un grido dei timonieri medievali in risposta al grido di "Kremen!" che risuonava quando i loro vascelli si avvicinavano alle rapide navigando lungo il fiume Dnepr. Un'altra spiegazione vuole che il nome derivi dal turco e significhi "piccola fortezza". Per la sua posizione al limite meridionale del tratto navigabile del Dnepr e punto di passaggio tra la Moscovia e il Mar Nero ha acquisito in passato una grande importanza commerciale e già nel 1655 era una ricca città cosacca. Nel 1625, al Lago Kurukove, a Kremenčuk venne firmato il Trattato di Kurukove fra Cosacchi e Polacchi.

Fu capoluogo del Governatorato di Novorossijsk.

Durante la Seconda guerra mondiale Kremenčuk ha sofferto pesantemente dell'occupazione nazista. Più del 90% degli edifici venne raso al suolo nel corso della guerra e la maggior parte della popolazione ebraica venne cancellata.

Statua di Lenin a Kremenčuk

Il 29 settembre, giorno in cui la città fu liberata dai nazisti nel 1943, è festeggiato come Giorno della Città.

Demografia[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[1]
1866 1873 1897 1911 1920 1926 1939
20 000 37 600 58 600 72 900 74 400 57 300 89 600
1959 1970 1979 1989 1995 2001 2005
86 000 148 000 210 000 236 495 248 000 234 073 231 202

Economia[modifica | modifica sorgente]

Kremenčuk è una grande città industriale della regione di Poltava e uno dei maggiori centri industriali dell'Ucraina. Contribuisce per il 7% (2005) all'economia nazionale e al 50% dell' export della regione di Poltava. La città è sede della KrAZ, una delle maggiori industrie di autocarri dell'Europa orientale, della Ukrtatnafta, raffineria tra le più grandi d'Europa e di fabbriche di automobili, vagoni ferroviari, ruote, carbone e acciaio.

L'industria leggera della città comprende tabacchi (JTI), prodotti dolciari (Roshen), lavorazione della maglia, del latte e della carne.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Kremenčuk è uno dei più importanti nodi ferroviari dell'Ucraina Centrale (grazie alla sua posizione geografica e ad un ponte sul fiume Dnepr, e un importante porto fluviale sul maggiore fiume dell'Ucraina.

Kremenčuk vista dallo spazio

Personaggi famosi[modifica | modifica sorgente]

Città gemellate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ World Gazetteer [1] y Population statistics [2]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Ucraina Portale Ucraina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ucraina