Killzone 3

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Killzone 3
Logo Killzone 3.jpg
Sviluppo Guerrilla Games
Pubblicazione Sony Computer Entertainment Europe
Serie Killzone
Data di pubblicazione Sony PlayStation 3:
Giappone 24 febbraio 2011
America 22 febbraio 2011
Europa 23 febbraio 2011
Regno Unito 25 febbraio 2011
Australia 24 febbraio 2011
Genere Sparatutto in prima persona
Tema Fantascienza
Modalità di gioco Giocatore singolo, Multiplayer e on-line
Piattaforma PlayStation 3
Supporto Blu-ray Disc
Fascia di età PEGI: 18
Periferiche di input Sixaxis o DualShock 3 e PlayStation Move
Preceduto da Killzone 2
Seguito da Killzone: Shadow Fall

Killzone 3 è un videogioco sviluppato da Guerrilla Games e pubblicato da Sony Computer Entertainment. È il quarto capitolo della serie Killzone che è iniziata su PlayStation 2 con Killzone e proseguita con Killzone: Liberation sulla PSP e Killzone 2 su PlayStation 3. Come il suo predecessore, anche questo capitolo della serie sarà in esclusiva per PlayStation 3. Novità del gioco è l'introduzione di una modalità cooperativa (sia online che offline). Inoltre il gioco può essere giocato con il Playstation Move e con un televisore 3D.

Il gioco è stato pubblicato il 23 febbraio 2011 in Europa.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Gli eventi di Killzone 3 riprendono immediatamente dopo la fine di Killzone 2: Sev e Rico, dopo aver ucciso il colonnello Radec e l'imperatore Scolar Visari, cercheranno, insieme al capitano Narville e gli ultimi soldati dell'ISA (Interplanetary Strategic Alliance), di fuggire da Helghan, dopo che gli Helghast hanno distrutto con una bomba nucleare la loro capitale, Pyrrhus, uccidendo la maggioranza delle truppe dell'esercito ISA e lasciando il resto allo sbando. Per la guida del pianeta Helghan, dopo la morte di Visari, si fronteggeranno l'ammiraglio Orlock, comandante di tutte le forze armate Helghast, e Jorhan Stahl, presidente delle Stahl Arms (principale fornitrice di armi per l'esercito Helghast), creando un conflitto dentro la guerra tra Helghast e ISA, quest'ultima divenuta solo un interesse politico per i due pretendenti. Ma i piani degli Helghast vanno ben oltre l'eliminazione degli ISA e ben presto si scopriranno le loro vere intenzioni.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La storia inizia sei mesi dopo la morte di Visari nello stabilimento sud delle Stahl Arms dove, giocando nei panni di un soldato Helghast, veniamo assegnati al poligono di tiro, che funge da tutorial. Dopo il poligono veniamo assegnati alla sala conferenze dove Jorhan Stahl terrà un discorso alla nazione, giustiziando il capitano Narville, caduto misteriosamente prigioniero degli Helghast. Arrivati alla sala conferenze ci viene dato l'ordine di giustiziare. Prima di sparare, però, il nostro personaggio svela la sua vera identità: è il sergente Sevchenko, che immediatamente punta l'arma verso Stahl e spara della "petrusite".

A questo punto il gioco ci porta sei mesi prima, davanti al palazzo di Visari, dove Sev e il resto dell'esercito ISA cercheranno di scappare da Helghan dopo l'arrivo di un'imponente flotta d'incrociatori nemici che si dirige verso le ultime navi alleate per distruggerle. Il tempo scarseggia e Sev e Rico salgono a bordo di un blindato, insieme al convoglio di Narville, per raggiungere il punto d'evacuazione. Dopo poco, però, veniamo speronati da alcuni carri nemici, per poi ritrovarci a riunirsi al convoglio dopo alcuni scontri. Dopo aver attraversato il fiume Corinth e un'autostrada e distrutto alcuni APC e carri Helghast, Sev e Rico ricevono l'ordine di distruggere una torre ad arco che ostacola l'evacuazione. Dopo aver distrutto la torre i due soldati si mettono alla guida di due esoscheletri, con l'obiettivo di eliminare le ultime resistenze Helghast che li separano dal punto di evacuazione. Una volta eliminati i soldati e le posizioni antiaeree, Rico riceve una richiesta di aiuto da parte di Jammer e alcuni soldati, rimasti intrappolati dalle forze Helghast. Allora Rico decide di andare ad aiutarli, andando contro gli ordini di Narville e lasciando Sev da solo. Uccisi gli ultimi nemici Sev, Narville e alcuni soldati raggiungono il punto di evacuazione ma ormai è troppo tardi: gli ultimi incrociatori alleati lasciano il pianeta lasciando gli ultimi soldati ISA a un triste destino. Sev e Narville si dirigeranno verso un punto d'evacuazione alternativo, mentre Rico e Jammer vengono apparentemente travolti da un incrociatore alleato mentre stava precipitando. Sev e gli ultimi ISA non hanno scelta devono fuggire verso dei rifugi di fortuna, dopo che l'ultimo incrociatore ISA precipita in fiamme.

Sei mesi dopo il senato di Helghan decide di considerare l'affidamento di tutto l'esercito Helghast a Stahl per eliminare gli ultimi superstiti ISA, dopo che Orlock ha fallito nel trovarli e ucciderli. Stahl allora promette che non deluderà le aspettative del senato e che manderà un messaggio in diretta a tutta la nazione che renderà la scelta del senato molto più semplice. Nel frattempo gli ultimi soldati ISA, rifugiatisi nella giungla di Kaznan sotto la guida di Narville, cercano di comunicare con la Terra in cerca di una via di fuga da Helghan. Ma il collegamento salta e Narville ordina a Sev e Kowalski di andare a ripristinarlo, sapendo che le poche chance di tornare a casa dipendono dalle comunicazioni con la Terra. Dopo aver ucciso alcuni soldati nemici furtivamente, i due soldati scoprono che gli Helghast hanno allestito un grande accampamento militare e che sono pronti a sferrare un attacco contro la postazione ISA: Sev ordina a Kowalski di tornare indietro per avvertire Narville, mentre lui riattiva il collegamento. Appena attivato, una comunicazione dalla Terra ordina a tutte le truppe ISA di arrendersi per poterli fare tornare sulla Terra come prigionieri di guerra. Narville si dimostra contrario all'ordine dato dal comando, sapendo che gli Helghast preferiscono uccidere che fare prigionieri, mentre Sev decide di tornare indietro per aiutare i compagni impegnati nello scontro con gli Helghast. Ma questi ultimi sono troppi e alla fine riescono a catturare Narville e Sev, giustiziando Kowalski e gli altri sopravvissuti.

A questo punto Sev e Narville vengono trasportati verso gli stabilimenti di Stahl, ma durante il viaggio accade un imprevisto: riappare Rico, dopo sei mesi, che insieme a Jammer riesce a salvare Sev dalla custodia degli Helghast. I due soldati, insieme al manipoli di "Raiders" guidati dallo stesso Rico, si mettono dunque in cammino per salvare anche Narville, diretto alla Stahl Arms nella zona polare del pianeta. Dopo aver distrutto tutte le postazioni antiaeree e alcuni soldati muniti di jetpack, Sev e Rico giungono alla funicolare e, dopo aver ucciso due sentinelle, si travestono da Helghast per potersi infiltrare nello stabilimento di Stahl. Raggiunto l'obiettivo i due, con alcuni diversivi, riescono a raggiungere la sala trasmissioni dove Stahl sta per mandare in onda il suo messaggio: Stahl ordina a Sev di uccidere Narville ma, mentre l'arma si carica, il sergente rivela la sua vera identità e la punta verso Stahl il quale fugge. Allora Sev e Rico decidono di andare alla sala computer per prendere alcune informazioni nemiche, mentre Narville va a salvare gli altri prigionieri. Sev e Rico raggiungono la sala computer, dopo alcuni scontri attraverso i laboratori, e scoprono i piani militari degli Helghast: intendono distruggere la Terra con una nuova arma basata sulla petrusite irradiata per poi sottomettere tutte le colonie. A questo punto Sev, Rico, Narville e i prigionieri liberati riescono a sconfiggere la resistenza nemica nello stabilimento e a scappare: Narville e gli altri prigionieri si incontrano da Jammer, mentre Sev e Rico decidono di scendere la montagna con un rompighiaccio. Dopo un inseguimento da parte degli Helghast e un bombardamento da uno speciale incrociatore di Stahl, i due soldati raggiungono una valle per poi avanzare verso l'ascensore spaziale, l'unico mezzo per raggiungere la stazione orbitale dove si stanno raggruppando le navi Helghast pronte all'invasione, per avvisare la Terra ed impedire l'attacco.

La figuraccia che Stahl ha fatto durante il suo messaggio spinge il senato a nominare Orlock nuovo autarca di Helghan, costringendo Stahl a cedere i suoi piani militari sulla stazione orbitale sopra il pianeta a Orlock. Quest'ultimo, tuttavia, ordina ai suoi uomini di uccidere Stahl appena gli consegnerà i piani militari. Raggiunta la valle Sev e Rico osservano l'esercito ISA guidato da Narville e Jammer avvicinarsi all'ascensore spaziale, e nel frattempo uno strano sistema difensivo alimentato da petrusite irradiata viene attivato, uccidendo alcuni soldati alleati. Sev e Rico decidono quindi di distruggere il sistema difensivo schiantandovi contro una gigantesca fabbrica semovente. Per raggiungere la fabbrica Sev e Rico si fanno strada attraverso la discarica, dove si fronteggeranno con diversi nemici, sentinelle volanti, un soldato corazzato ed alcuni soldati forniti di jet pack.

Dopo, Sev e Rico si impossessano della fabbrica semovente e la fanno schiantare secondo i piani contro il sistema difensivo, disattivandolo. Adesso l'esercito ISA può continuare la sua marcia ma un altro problema compare: un MAWLR, una gigantesca macchina da guerra Helghast, ostacola l'avanzata e uccide diversi soldati ISA. Sev, dopo aver convinto Narville a non dare l'ordine di ritirata, decide quindi di distruggerlo, mentre Rico lo distrae con gli incursori. Il piano sembra funzionare e ormai l'ascensore spaziale è vicino, ma il MAWLR riprende ad attaccare. Allora, a bordo di un incursore, Sev e gli altri soldati distruggono il MAWLR e raggiungono l'ascensore. A questo punto gli ultimi soldati ISA si dividono i due gruppi: uno, guidato da Jammer, con lo scopo di avvisare la Terra, e l'altro, guidato da Narville, Sev e Rico, per eliminare la resistenza nemica e bloccare l'attacco Helghast.

Arrivati sulla stazione orbitale Sev e Rico si fanno strada tra le file nemiche, mentre Jammer raggiunge la sala comunicazioni. Nel frattempo Stahl e Orlock si incontrano e quest'ultimo ordina alla sua scorta di uccidere Stahl, ma essa punta le armi a Orlock, dopo che Stahl l'ha corrotta. Subito dopo Stahl ordina ai suoi incrociatori, nettamente più forti e avanzati tecnologicamente, di attaccare le navi di Orlock, causando una grande battaglia spaziale tra le fazioni Helghast. Con grande abilità, però, Orlock riesce a uccidere tutti i soldati, rimanendo da solo con Stahl. Quest'ultimo però riesce a uccidere Orlock facendoli esplodere la testa con la sua nuova arma, poi decide di andare sul suo incrociatore per incominciare l'attacco alla Terra. Immediatamente Sev, Rico, Narville, Jammer e i rimanenti soldati ISA prendono alcune navicelle spaziali per inseguire Stahl, tra il fuoco incrociato delle navi Helghast. Alla fine Stahl raggiunge il suo incrociatore e inizia i preparativi per la partenza. Sev però riesce ad annullare il lancio e a distruggere l'incrociatore prima che parta a curvatura, ma Stahl riesce a riprendere il controllo dell'incrociatore e, mentre cerca di atterrare, spara dei missili contro le navicelle ISA. Dopo aver eluso i missili, Sev lancerà una bomba alla Petrusite contro l'incrociatore che, esplodendo, distrugge la stazione orbitale e irradiando Helghan con la Petrusite. Mentre Sev e gli altri scappano dall'esplosione, Jammer comunica che non vi è nessun segnale proveniente dal pianeta, ormai divenuto muto. Scampato il pericolo, gli ultimi soldati ISA rimasti riescono finalmente a scappare da Helghan.

In una scena a metà dei titoli di coda, due soldati Helghast sono alla ricerca di qualcosa attraverso alcune rovine, quando si imbattono in una capsula di salvataggio. Anche se l'identità del passeggero non è rivelata, uno dei soldati dice: "Bentornato, signore" significa che si tratti del presidente Stahl.

Personaggi principali[modifica | modifica sorgente]

ISA[modifica | modifica sorgente]

Sergente di Prima Classe Tomas "Sev" Sevchenko
Il personaggio principale di Killzone 2 e di Killzone 3. Dopo gli eventi del secondo capitolo, si unisce ai superstiti per cercare di sopravvivere alla cattura e per fuggire da Helghan. Dopo essersi separato da Rico, si rifugia con gli altri soldati ISA nella giungla di Kaznan per poi essere catturato dagli Helghast e successivamente salvato proprio da Rico, dopo mesi nei quali aveva creduto che il compagno fosse morto. Insieme, poi, salveranno il capitano Narville e metteranno fine ai piani di conquista di Stahl riuscendo a fuggire dal pianeta. Come nel capitolo precedente, si dimostra soldato capace, coraggioso e caparbio.
Sergente Rico Velasquez
Ex comandante della squadra Alpha, è responsabile dell'uccisione a sangue freddo dell'autarca Scolar Visari. Durante la fuga da Helghan, nel coraggioso tentativo di soccorrere Jammer e altri soldati braccati dagli Helghast, si separa da Sev contravvenendo all'ordine di ritirata di Narville: rischia così di rimanere schiacciato dall'ultimo incrociatore in caduta sul pianeta e viene creduto morto. Riappare dopo 6 mesi insieme ad un manipolo di superstiti, i 'Raiders', salvando Sev che era stato catturato dagli Helghast e accorrendo insieme a quest'ultimo in aiuto di Narville. In questo capitolo lo vediamo in forte contrasto con Narville, scaturito dalla sua irresponsabile azione nell'occasione della morte di Visari e ulteriormente inasprito dalla sua tendenza a disobbedire ad ordini che lui reputa sbagliati. Nonostante ciò il suo apporto si dimostrerà ancora una volta decisivo, riuscirà infatti a salvare la vita a Sev e Narville e a mantenere viva la resistenza contro gli Helghast al comando dei Raiders.
Capitano William Narville
Comandante delle forza di invasione ISA su Helghan ormai costretta alla ritirata, si rifugia con i sopravvissuti nella giungla di Kaznan cercando di ripristinare il collegamento radio con la Terra per cercare di fuggire dal pianeta con i suoi uomini. Sente molto la responsabilità di riportare a casa i suoi uomini vivi e ciò talvolta prevale sulla determinazione in combattimento, che invece lo contraddistingueva nel precedente capitolo. Inizialmente nutre un profondo risentimento nei confronti di Rico per l'uccisione di Visari, mantenendo nei suoi confronti una certa diffidenza anche dopo essere stato salvato da morte certa agli stabilimenti della Stahl Arms. Nel prosieguo del gioco avrà però modo di ricredersi e di provare nuovamente stima per il compagno.
Jammer
Giovane soldatessa ISA, si unisce a Rico e ai suoi Raiders dopo il fallimento del primo tentativo di fuggire dal pianeta. Si mostra risoluta e coraggiosa, al punto da diventare la seconda in comando dei Raiders. È lei ad accompagnare Rico e Sev all'inizio della funicolare che porterà Rico e Sev alla Stahl Arms e, successivamente, a salvarli dalla fabbrica semovente mostrandosi molto abile e spericolata alla guida di un buggy ISA.
Hooper
Operativo agli ordini del capitano Narville, è un membro importante per la squadra ISA grazie alla sua capacità di ricoprire più ruoli. Mostra inoltre un notevole coraggio, sia in occasione del tentato disinnesco della rete difensiva di petrusite irradiata che quanto, sulla stazione orbitale, accorre in soccorso di Jammer aggredita da un soldato nemico. Ha una sorellina più piccola su Vekta e, in un momento di sconforto, è proprio il capitano a suggerirgli di pensare a lei per trovare la forza di restare vivo e combattere per poterla vedere di nuovo.

Helghast[modifica | modifica sorgente]

Autarca/Ammiraglio Orlock
Arcigno capo dell'esercito Helghast, ha il favore del consiglio di Helghan che tuttavia viene meno dopo la minaccia di Stahl di non rifornire più l'esercito con le sue armi. Guadagna nuovamente la fiducia degli anziani dopo la figuraccia rimediata da Stahl in occasione della mancata esecuzione di Narville, venendo così incoronato autarca. Dal momento che la guerra intestina con Stahl rappresenta secondo lui un ostacolo all'equilibrio interno del governo Helghast e alla sua autorità, progetta di eliminarlo ma il suo piano fallisce e viene ucciso a sua volta da un ormai impazzito Stahl. Nonostante la crudeltà tipica degli Helghast, egli mostra di avere realmente a cuore le sorti del governo e della sua razza.
Jorhan Stahl
È il presidente della Stahl Arms, la maggiore industria produttrice di armi di Helghan e per questo tiene la maggior parte dell'esercito in pugno. È lui che progetta di invadere la Terra e le colonie vicine utilizzando una nuova arma da lui creata, a seguito della scoperta della petrusite irradiata. Subito in contrasto con l'Ammiraglio Orlock e concorrente di quest'ultimo per il ruolo di autarca, la fiducia nei suoi confronti viene meno dopo l'infiltrazione degli ISA nel suo stabilimento. Nonostante i piani di Orlock, alla fine Stahl lo ucciderà nel tentativo di perseguire i suoi folli scopi. Quanto avviene nel finale pare rivelare la sua sopravvivenza.

Doppiatori nella versione italiana[modifica | modifica sorgente]

Nemici[modifica | modifica sorgente]

Fanteria: possono esser di più tipi soldati assalto (con il berretto), spie, èlite, soldati rpg, fucilieri(con le bende attorno alla testa), piromani. ATAC: sentinelle volanti con mitra, droidi con lanciafiamme e rpg (si arrampicano molto velocemente), ragni esplosivi (solo sulla stazione orbitale). predatori: armati solo di pugnali da polso ad aria compressa, emettono suoni e ruggiti tramite elmo. jet pack: capaci di volare e armati di mitra. MAWLR: corazzato helgast quadrupede alto più di 100 metri, dotato di mortai, razzi, torrette automatiche e cannone ad arco, boss della discarica. cecchini: soldati incappucciati dotati di fucile di precisione, se ne trovano molti al cannone ad arco helgast a Pyrrhus e durante la fuga dal palazzo di Visari. corazzati: helgast molto aggressivi, protetti da impenetrabili armature e con mitra pesante, si incontrano solo due volte: alla discarica e alla stazione spaziale apc: trasporti truppe con mitra, RPG e lame rotanti navi trasporto: per scaricare truppe, a dei mitra. apc: possono essere dotati di mitra e rpg, lame rotanti. navicelle d'assalto: si incontrano alla fine della stazione spaziale(mitra e missili al calore) navi trasporto: con mitra.rompighiaccio: armati con lame, mitra e missili al calore, si trovano dopo la stahl arms truppe decon: armature anti-petrusite e armi elettriche

La beta multiplayer di Killzone 3[modifica | modifica sorgente]

SCEE ha messo nuovamente a disposizione la beta multiplayer di Killzone 3 per i membri di PlayStation Plus in Europa. Nella modalità multiplayer sono a dispodizione diversi mezzi tra i quali: Eso, W.A.S.P., mitragliatrici e jet-pack. Lista delle mappe giocabili nella modalità multiplayer(Nella beta):

  • Diga ghiacciata
  • Cimitero dei MAWLR
  • Ghiacciaio di Akimir

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nella versione inglese il filmato d'inizio di Killzone, Killzone 2 e Killzone 3 si apre sempre con un discorso di Scolar Visari, iniziando con la storica frase "My people, sons and daughters of Helghan" (in italiano: Mio popolo, figli e figlie di Helghan). Nella versione italiana invece il discorso inizia sempre in modo diverso: nel primo Killzone inizia con "Amici miei, uomini e donne di Helghan"; nel secondo, anche se il video è inglese, la traduzione ufficiale in italiano è "Mio popolo, figli e figlie di Heghan"; nel terzo invece, dopo una breve introduzione e uno scambio d'informazioni tra Visari, Orlock e Stahl, dice "Miei compatrioti, figli e figlie di Helghan".
  • Sempre nel video iniziale si può notare, durante il discorso di Visari, che Radec, insieme a Stahl, uccide un soldato Helghast che aveva probabilmente preparato la carica nucleare che distruggerà Pyrrhus. È evidente che l'esplosione nucleare della città doveva rimanere segreta finché non avveniva e che la colpa doveva ricadere sull'esercito ISA, dato che la carica nucleare era sua prima che gli helghast la rubarono su Vekta. Un altro evidente segno è la crudeltà degli Helghast (soprattutto di Radec) sugli stessi Helghast (si ricordi che Radec giustiziò due suoi soldati solo perché avevano indossato l'uniforme in maniera errata).
  • Sempre nel video iniziale si possono vedere delle statue che cambiano aspetto dopo l'onda d'urto della bomba nucleare: inizialmente rappresentato gli sforzi degli Helghast per costruire la loro nazione e la "gloriosa" politica di Visari per ristabilire il controllo su Helghan, ma dopo raffigurano immagini di oppressione, violenza e tirannia da parte dell'esercito e dallo stesso Visari. Questo consolida il fatto che il mondo degli Helghast è duro, aspro, povero e oppresso da una specie di tirannia, dove chi non è d'accordo viene schiacciato o ucciso.
  • La petrusite irridiata deriva dalla petrusite normale dopo essere stata bombardata dalla carica nucleare che ha distrutto Pyrrhus. Ciò spiegherebbe perché alcune zone della città sono ricoperte dalla luminescenza verde. La sua scoperta è avvenuta dopo il bombardamento di Pyrrhus, mentre due soldati e un tecnico della Stahl Arms prelevavano un campione di petrisite irradiata. La petrusite irradiata sembra che abbia un odore simile a quello dell'ozono, come descrive Sev prima che gli Helghast azionassero il sistema difensivo attorno all'ascensore spaziale.
  • È da notare che la petrusite irradiata è usata solo dalle truppe di Stahl (come la nave che bombardò Pyrrhus) e alcune particolari armi con una capicità distruttiva tale da riuscire a disintegrare più corpi con un solo colpo.
  • in Killzone 3 il terzo membro rimasto della squadra alpha, Natko, non è presente nella campagna in singolo, ma solo nella modalità co-op della campagna. Il personaggio verrà controllato dal secondo giocatore.
  • A quanto pare Scolar Visari ha una figlia, ed è finora l'unica donna Helghast che si è vista nella serie.
  • Prima di arrivare alla sala trasmissione della Stahl Arms, si può notare una cella frigorifera piena di sangue.
  • Stahl è finora l'unico personaggio della serie che fuma.
  • Il lanciarazzi WASP quando fa da torretta ha munizioni infinite, se viene staccato avrà solo 27 missili.
  • Quando il giocatore uccide i soldati che hanno l'arma elettrica VC5, quest'ultima sparisce nel nulla e quindi è impossibile equipaggiarla.
  • In Killzone 3 Sev può essere rianimato in battaglia, mentre nel gioco precedente era impossibile.
  • In Killzone 3 si possono portare oltre alla pistola 2 armi, una leggera e una pesante.
  • Rico, uno dei due protagonisti, è lo stesso nome del protagonista del libro e seguentemente del film "Fanteria dello spazio" tale collegamento non sembra casuale.
  • Gli Helghast sembrano un miscuglio di tutte le grandi dittature della storia: Visari ricorda vagamente Benito Mussolini (dittatore italiano), Orlock ha un paio di baffi che ricordano Stalin (dittatore sovietico) mentre alcuni senatori Hanno i baffi e l'acconciatura che ricordano Adolf Hitler (dittatore tedesco). Probabilmente tali somiglianze sono state usate per dare un accento ancora più crudele e tirannico agli Helghast.
  • Sul braccio di Narville c'è disegnato uno stemma simile a un grado dell'esercito, tale stemma è il simbolo della ditta produttrice della serie Killzone.

Contenuti speciali[modifica | modifica sorgente]

  • Il 6 e il 12 aprile 2011 è uscito il DLC Steel Rain rispettivamente in Europa e in Usa. L'espansione comprende 2 mappe multiplayer al costo di 4,99€ in Europa e di 4,99$ in America.
  • Killzone Ascendancy è un romanzo basato basato sul videogioco Killzone 3, uscito in America nel 2011 e nel febbraio 2012 in Italia.

Vendite[modifica | modifica sorgente]

Sony ha dichiarato sono state vendute in tutto il mondo 500.000 copie di Killzone 3 in una sola settimana. Tali vendite sono inferiori a quelle di Killzone 2, che ha venduto durante la prima settimana 750.000 copie.[2][3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Date ufficiali per Killzone 3
  2. ^ Killzone 3 Sells 500,000 Units Worldwide Week One
  3. ^ Lancio di Killzone 2 migliore del 3

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi