Kepler-10 c

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Kepler-10 c
Immagine artistica del sistema di Kepler-10Immagine artistica del sistema di Kepler-10
Stella madre Kepler-10
Scoperta 23 maggio 2011
Scopritori Team di Kepler
Distanza dal Sole 564 ± 88 anni luce
Parametri orbitali
(all'epoca J2000.0)
Semiasse maggiore 0,2407[1]
Periodo orbitale 45,29 giorni[1]
Inclinazione orbitale 89,65°[1]
Eccentricità 0
Dati fisici
Raggio medio 2.227 R[1]
Massa
17,2 ± 1,9 M[2]
Temperatura
superficiale
485 K (media)

Kepler-10 c è un pianeta extrasolare la cui scoperta è stata annunciata dal team della Missione Kepler nel maggio 2011, anche se era stato un pianeta candidato già dal gennaio 2011, quando era stato scoperto Kepler-10 b. La conferma è arrivata con successive osservazioni tramite il telescopio spaziale Spitzer. Orbita attorno alla stella Kepler-10, distante 564 anni luce dalla Terra, nella costellazione del Dragone. Kepler-10 è una stella molto simile al Sole, di classe spettrale GV, con massa circa il 90% di quella del Sole e un raggio pressoché simile.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Kepler-10 c è il secondo pianeta in orbita attorno a Kepler-10; compie un'orbita ogni 45,29485 giorni ad una distanza media dalla stella di 0,2407 UA. Il raggio di Kepler-10 c è stimato essere 0,2 volte il raggio di Giove e 2,227 volte il raggio della Terra. Al momento della sua conferma, la massa di Kepler-10 non era ancora stata ben definita, e il suo limite superiore era stimato pari a circa 20 volte la massa della Terra[3]. Kepler-10 c ha una temperatura di equilibrio stimata in 485 K, mentre l'inclinazione orbitale del pianeta è 89,65°.

Il pianeta inizialmente era stato classificato come un mini-Nettuno, tuttavia Kepler poteva solo misurarne il raggio e non la massa, lasciando numerose incognite sulle effettive caratteristiche del pianeta. In uno studio del 2014 compiuto con lo strumento HARPS-N del Telescopio Nazionale Galileo, situato alle Isole Canarie, un team di astronomi guidato da Xavier Dumusque ha determinato la massa del pianeta in 17 M, definendo Kepler-10 c una "mega-Terra", priva di un involucro gassoso esterno ma completamente roccioso come il nostro pianeta. La scoperta comporta notevoli implicazioni riguardo alla formazione planetaria: il pianeta si è formato circa 11 miliardi di anni fa, quando teoricamente gli elementi pesanti presenti nell'universo erano scarsi, ed era quindi ritenuto che vecchi sistemi planetari difficilmente potessero ospitare pianeti rocciosi, teoria che sembrerebbe essere smentita dalla scoperta delle proprietà di Kepler-10 c[2][4].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Planet Kepler-10 c Enciclopedia dei Pianeti Extrasolari
  2. ^ a b Xavier Dumusque et al., The Kepler-10 planetary system revisited by HARPS-N: A hot rocky world and a solid Neptune-mass planet, 30 maggio 2014.{{arxiv|1405.7881
  3. ^ Kepler Discoveries in Ames Research Center, NASA, 2011.
  4. ^ Astronomers find a new type of planet: The 'mega-Earth', Science Daily. URL consultato il 14 luglio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Il sistema di Kepler-10
Stella Kepler-10
Pianeti b · c


Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica