Kepler-10 b

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Kepler-10b
Immagine artistica di Kepler-10 bImmagine artistica di Kepler-10 b
Stella madre Kepler-10
Scoperta 10 gennaio 2011
Scopritori Batalha et al.[1]
Classificazione Super Terra
Distanza dal Sole 564 ± 88 anni luce
Parametri orbitali
(all'epoca J2000.0)
Semiasse maggiore 0,01684 +0,00032−0,00034 UA[1]
Periodo orbitale 0,837495 giorni[1]
Inclinazione orbitale 84,4°[1]
Eccentricità 0[1]
Dati fisici
Raggio medio 1,416+0,033−0,036 R[1]
Massa
4,56+1,17−1,29M[1]
Densità media 8,8+2,1−2,9 g/cm3[1]
Acceleraz. di gravità in superficie 22 m/s²[1]
Temperatura
superficiale
1833 K[1] (media)

Kepler-10 b è un pianeta extrasolare che orbita attorno alla stella Kepler-10, una nana gialla piuttosto simile al Sole, distante 560 anni luce dal sistema solare, visibile nella costellazione del Dragone.

Si tratta probabilmente di un pianeta roccioso molto simile alla Terra per la struttura, ma troppo vicino alla stella per ipotizzare eventuale presenza di acqua allo stato liquido. Il pianeta è stato individuato dopo otto mesi di osservazione con il telescopio spaziale Kepler della NASA.

Il Pianeta[modifica | modifica sorgente]

Rappresentazione artistica della superficie rovente di Kepler-10b; definito anche "pianeta di lava", con temperature superficiali superiori ai 1800 K.[2]
Raffronto tra le dimensioni della Terra e di Kepler-10b.

Kepler-10b ha un raggio pari a 1,4 volte quello terrestre e una massa 4,6 volte superiore. La sua orbita è molto stretta, con una distanza dalla sua stella di circa un ventesimo di quella di Mercurio dal Sole. Il periodo di rivoluzione attorno alla stella madre è di circa 20 ore e la superficie del pianeta raggiunge temperature attorno ai 1.600 gradi.

La scoperta è significativa perché è il primo pianeta extrasolare roccioso scoperto fino al gennaio 2011, ed anche il più piccolo dei pianeti extrasolari scoperti fino a quella data. I dati sulla massa, sul diametro e sulla rivoluzione sono stati ottenuti studiando le eclissi luminose e le perturbazioni gravitazionali della stella attorno alla quale orbita il pianeta.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i j Batalha, Natalie M; et. al., Kepler's First Rocky Planet: Kepler-10b, arxiv.org, 3 febbraio 2011. URL consultato l'8 marzo 2011.
  2. ^ Il pianeta di lava Coelum, 17 gennaio 2011

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Il sistema di Kepler-10
Stella Kepler-10
Pianeti b · c


astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica