Kenitra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Kenitra
città
القنيطرة
Kenitra – Stemma
Dati amministrativi
Stato Marocco Marocco
Regione Gharb-Chrarda-Béni Hssen
Provincia o prefettura Kenitra
Sindaco Aziz Rebbah (PJD)
Territorio
Coordinate 34°08′N 6°34′W / 34.133333°N 6.566667°W34.133333; -6.566667 (Kenitra)Coordinate: 34°08′N 6°34′W / 34.133333°N 6.566667°W34.133333; -6.566667 (Kenitra)
Altitudine 26 m s.l.m.
Abitanti 359 142 (2004)
Altre informazioni
Cod. postale 14000
Fuso orario UTC+0
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Marocco
Kenitra

Kenitra (arabo: القنيطرة, al-Qunayţra) è una città del Marocco, capoluogo della provincia omonima, nella regione di Gharb-Chrarda-Béni Hssen.

La città, che si affaccia sull'oceano Atlantico, è anche conosciuta come al-Qanīţrah, Kénitra, Knitra, al-Q'nitrah e Port-Lyautey.

Kenitra, il cui nome in arabo significa piccolo ponte, è una città portuale sul fiume Sebou.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Kenitra è situata a circa 10 km ad est delle rovine di Mehdiya, un sito di occupazione risalente al periodo cartaginese. I fenici si stabilirono lungo le coste di questa parte del Marocco già nel primo millennio a.C. dando il nome di "Thamusida" alla zona.

Nel marzo 1912 il governo francese e il Sultano del Marocco, Abd-El-Hafid, firmarono il Trattato di Fez. Per far fronte alla sua crescente impopolarità, il Sultano chiese la protezione del governo francese, contro le ribelli tribù berbere intorno a Fes. La Francia nominò il Generale Louis Hubert Gonzalve Lyautey, che ristabilì la pace e l'ordine nel Paese, sedando le rivolte tribali. Dopo aver spostato il sultano da Fes all'attuale capitale del Marocco, Rabat, Lyautey iniziò la sua attività di amministrazione civile.

Una delle prime preoccupazioni del Generale Lyautey fu di costruire porti lungo la costa atlantica, laddove non vi erano porti naturali. Nel 1912 trasformarono una piccola qasba, alla foce del fiume Sebou, in una città portuale, che divenne il principale porto fluviale del Marocco. Il porto fu terminato nel 1913.

La città è cresciuta rapidamente per il trasporto di prodotti agricoli, pesce, legname, piombo e minerali di zinco.

Nel dicembre 1930, il porto, fu tra le tappe della Crociera aerea transatlantica Italia-Brasile, la prima delle due crociere transatlantiche di massa, organizzate da Italo Balbo.

Fu rinominata Kenitra con l'indipendenza del Marocco nel 1956. Il nome è dovuto ad un canale sotterraneo, costruito a monte del lago Fourat, che fu distrutto nel 1928.

Dopo l'operazione Torch del 1942 il porto fu utilizzato anche come base navale dagli Stati Uniti, che continuarono ad utilizzarla anche durante tutto il periodo della guerra fredda.

Persone legate a Kenitra[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]