Keith Langford

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Keith Langford
Keith Langford at all-star PBL game 2011 (3).JPG
Langford all'All-Star Game PBL del 2011
Dati biografici
Nome Andre' Keith Langford
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 193 cm
Peso 92 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Guardia
Squadra UNICS Kazan' UNICS Kazan'
Carriera
Giovanili
1997-2001
2001-2005
NoCro Panthers NoCro Panthers
Kansas Jayhawks Kansas Jayhawks
Squadre di club
2005-2006 Fort Worth Flyers Fort Worth Flyers 46 (527)
2006 Kansas Cagerz Kansas Cagerz 6
2006-2007 Triboldi Soresina Triboldi Soresina 34 (669)
2007 Austin Toros Austin Toros 9
2007 San Antonio Spurs San Antonio Spurs 2 (2)
2007-2008 Austin Toros Austin Toros 16
2008 Pall. Biella Pall. Biella 9 (125)
2008-2009 Virtus Bologna Virtus Bologna 34 (457)
2009-2011 Chimki Chimki 37 (533)
2011-2012 Maccabi Tel Aviv Maccabi Tel Aviv 22 (312)
2012-2014 Olimpia Milano Olimpia Milano 109 (1.798)
2014- UNICS Kazan' UNICS Kazan'
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 28 luglio 2014

Andre' Keith Langford (Fort Worth, 15 settembre 1983) è un cestista statunitense. Gioca nel ruolo di guardia, e ha speso gran parte della sua carriera in Europa, dove è considerato uno dei migliori nel suo ruolo.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Ha iniziato la propria carriera cestistica alla North Crowley High School. Nel 2002, segnalato da Roy Williams, viene chiamato alla Kansas University con cui disputa due Final Four NCAA, nel 2002 e nel 2003, con 13,3 punti di media, tirando con il 32,8% da tre.

Terminato il college, inizia la sua carriera professionistica con i Fort Worth Flyers in D-League, totalizzando una media di quasi 12 punti a partita. Nel 2006, dopo aver partecipato al pre-season camp degli Houston Rockets, firma con la Vanoli Soresina in Legadue, con cui disputa una buona stagione: grazie a medie di 19,7 punti e quasi 5 rimbalzi a partita risulta una delle guardie più prolifiche dell'intera lega.

Nel campionato 2007-08, dopo una parentesi nei San Antonio Spurs, ha giocato in D-League con gli Austin Toros, segnando una media di 23,2 punti a gara, con 6,3 rimbalzi e 3,4 assist.

In Italia[modifica | modifica sorgente]

Conclude la stagione in Italia, a Biella, dove in nove partite ha fatto registrare 13,9 punti, 5,4 rimbalzi e 2,7 assist di media. Con la maglia dei Denver Nuggets disputa la NBA Summer League 2008 a Las Vegas, totalizzando 10,2 punti di media con 1,8 assist a partita. In seguito passa per la stagione 2008-09 alla Virtus Bologna, dove presto diventa un giocatore importantissimo e conclude una grandissima stagione, di certo la migliore per lui in europa, con 16,8 di media a partita e con il 70% da due

Il 26 aprile 2009 è stato nominato MVP della finale di EuroChallenge vinta della Virtus Bologna 77-75 contro lo Cholet Basket.

Nel luglio del 2009 accetta un accordo biennale con i russi del Chimki Mosca.

Dopo due stagioni ad altissimo livello nella compagine russa, firma un contratto con gli israeliani del Maccabi Tel Aviv B.C.

In Italia per la seconda volta[modifica | modifica sorgente]

Il 2 luglio 2012 firma un contratto biennale con l'Olimpia Milano[1] a 1,25 milioni di euro a stagione. Esordisce il 30 settembre 2012 nella vittoria casalinga contro Caserta.

Nella stagione 2013-14, trascina l'Olimpia Milano ai quarti di finale di Eurolega vincendo il premio come miglior realizzatore della competizione e venendo inserito nel quintetto ideale. Chiude inoltre la stagione con la conquista del suo primo campionato italiano.

Finita la stagione dello scudetto con Milano viene chiesto all'atleta di accettare una riduzione di stipendio, per uniformare la media del roster, l'accordo non si trova e Keith firma un biennale in Russia con l'UNICS Kazan.[2]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Squadra[modifica | modifica sorgente]

Maccabi Tel Aviv: 2012
Virtus Bologna: 2008-2009
Chimki: 2010-2011
Maccabi Tel Aviv: 2011-2012
Milano: 2013-2014

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Olimpia Milano, ufficiale il biennale per Keith Langford. URL consultato il 2 luglio 2012.
  2. ^ Keith Langford firma un biennale all'UNICS Kazan. URL consultato il 17 luglio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]