Johannes Baptiste Franzelin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Johannes Baptiste Franzelin
cardinale di Santa Romana Chiesa
Nato 15 aprile 1816, Aldino
Creato cardinale 3 aprile 1876 da papa Pio IX
Deceduto 11 dicembre 1886

Johannes Baptiste Franzelin (Aldino, 15 aprile 1816Roma, 11 dicembre 1886) è stato un cardinale austriaco. Di umili origini, era figlio di Pellegrino Franzelin e di Anna Wieser.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver frequentato il ginnasio francescano a Bolzano, nel 1834 entrò nella Compagnia di Gesù e compì il suo noviziato nella città austriaca di Graz.

Compì gli studi superiori in alcune scuole religiose austriache per poi giungere a Roma, studiare nel Collegium Romanum ed infine alla Pontificia Università Gregoriana, che però dovette lasciare a seguito dei moti del 1848.

Nel 1849 fu ordinato sacerdote. Fu professore di teologia dogmatica, lingua aramaica, lingua siriaca e lingua caldea a Roma. Fu teologo pontificio per il Concilio Vaticano I. Pubblicò numerosi testi di teologia altamente apprezzati.

Papa Pio IX lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 3 aprile 1876, con il titolo di Cardinale presbitero dei Santi Bonifacio e Alessio.

Partecipò al conclave del 1878 che elesse papa Leone XIII.

Fu Prefetto della Congregazione per le Indulgenze e le Sacre Reliquie dal marzo 1885.

Non ebbe mai la consacrazione episcopale.

Alla sua morte, la salma venne inumata nella cappella dell'Ordine nel Cimitero del Verano.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Cardinale presbitero dei Santi Bonifacio e Alessio Successore CardinalCoA PioM.svg
Alexis Billiet
1862 - 1873
1876 - 1886 Giuseppe D'Annibale
1889 - 1892

Controllo di autorità VIAF: 32005139 LCCN: n81071264