Jack Benny

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jack Benny

Jack Benny, nato Benjamin Kubelsky (Chicago, 14 febbraio 1894Beverly Hills, 26 dicembre 1974), è stato un attore statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Jack Benny (col violino) insieme ad Harry S. Truman

Esordì come violinista e attore di vaudeville, successivamente apparve negli anni trenta in numerosi musical e commedie hollywoodiani, come Follie di Broadway 1936 (1935) di Roy Del Ruth, impreziosito dalle coreografie di Dave Gould (premiato con l’Oscar) e dai numeri musicali di Eleanor Powell, e la commedia degli equivoci La zia di Carlo (1941) di Archie Mayo. Sul grande schermo è stato inoltre comprimario in La tromba squilla a mezzanotte (1945) di Raoul Walsh.

Contemporaneamente lavorò anche alla radio, interpretando con successo il personaggio di uno spilorcio, mentre in televisione il suo più grande successo fu The Jack Benny Program, adattamento del programma radiofonico omonimo.

Presentò la cerimonia di assegnazione dei premi Oscar nel 1946.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Nella versione originale del film Ritorno al futuro, ambientato nel '55, il dottor Brown lo nomina ironicamente come possibile ministro del Tesoro, nell'ipotesi assurda di una presidenza dell'attore Ronald Reagan. Il tutto è legato all'avarizia del personaggio radiofonico reso famoso da Benny. La battuta del film si perde nella versione italiana in quanto nessuno poteva comprendere il riferimento. Il ministero del Tesoro divenne quindi quello della Guerra e al posto di Benny venne citato John Wayne.

Indimenticabile e ormai nella memoria collettiva è la celebre battuta di Benny sugli scout: "Una compagnia di scout consiste in 12 piccoli bambini vestiti da cretini guidati da un grande cretino vestito da bambino".

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 39573921 LCCN: n50007182