La donna che inventò lo strip-tease

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La donna che inventò lo strip-tease
Titolo originale Gypsy
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1962
Durata 143 min
Colore colore Technicolor
Audio sonoro 6-Track Stereo (70 mm prints)
Rapporto 2,20 : 1
Genere drammatico, commedia, musicale, biografico
Regia Mervyn LeRoy
Soggetto dall'autobiografia di Gypsy Rose Lee e dalla commedia musicale di Arthur Laurents
Sceneggiatura Leonard Spigelgass
Produttore Mervyn LeRoy
Casa di produzione Warner Bros. Pictures
Fotografia Harry Stradling Sr.
Montaggio Philip W. Anderson
Tema musicale Jule Styne (musiche originale)
Scenografia John Beckman Ralph S. Hurst: Arredatore
Costumi Orry-Kelly e Howard Shoup (non accreditato) Bill Gaskin: assistente (non accreditato)
Trucco Gordon Bau, Gene Hibbs (make up per Miss Russell) Sydney Guilaroff: hair styles per Miss Wood; Jean Burt Reilly supervising hair stylist
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

La donna che inventò lo strip-tease è un film del 1962 diretto da Mervyn LeRoy, basato sul musical di Broadway del 1959 Gypsy: A Musical Fable.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Rose Honick è una madre molto possessiva e dominante che smania di inserire le sue due figlie nel mondo del vaudeville; June, la minore, è una bionda dalle belle forme e con talento, mentre Louise, la maggiore, è una brunetta timida e apparentemente scialba. Rose trascina le figlie per tutto il paese cercando ingaggi per loro; alla fine riesce a trovargli un posto nel circo Orpheum; ma con gli anni, le due adolescenti crescono e non possono più fare i loro numeri, pensati per ragazzine; June si consola con un ballerino conosciuto al lavoro e lascia la madre, la quale furiosa riversa tutte le sue attenzioni sulla timida Louise; alla fine la gtrande occasione; il proprietario di un locale burlesque manca di una spogliarellista, arrestata per taccheggio; Louise ne prende il posto, e nonostante la timidezza e l'esitazione riesce a mettere in piedi un numero apprezzato dal pubblico; diventa famosa e acquista consapevolezza e sicurezza, tanto da affrontare la madre e allontanarla; costei, tradita una seconda volta, irrompe sul palco ed ha un alterco con la figlia, dutrante il quale le due si confrontano e Rose realizza che lei desiderava l'attenzione su di sè, ma proiettava questo desiderio inconscio sulle figlie; alla fine Rose e Louise si riconcilieranno.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Warner Bros. Pictures.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Warner Bros. Pictures, il film uscì nelle sale cinematografiche USA il 1º novembre 1962. In Italia, fu distribuito il 21 giugno 1963.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema