Isola Pietro I

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isola Pietro I
Peter 1.s øy
Costa dell'isola fotografata dalla nave RV Polarstern durante una spedizione del 1994
Costa dell'isola fotografata dalla nave RV Polarstern durante una spedizione del 1994
Geografia fisica
Localizzazione Mare Antartico
Coordinate 68°53′S 90°34′W / 68.883333°S 90.566667°W-68.883333; -90.566667Coordinate: 68°53′S 90°34′W / 68.883333°S 90.566667°W-68.883333; -90.566667
Superficie 154 km²
Dimensioni 1 km
Altitudine massima Lars Christensen Peak 1 640 m s.l.m.
Geografia politica
Sovranità Antartide Antartide
Amministrazione secondo il Trattato Antartico
Rivendicazione Norvegia Norvegia
  • rivendicata: 2 febbraio 1929
  • annessa: 6 marzo 1931
  • dipendenza: 24 marzo 1933
  • trattato antartico: 23 giu 1961
Cartografia
Mappa di localizzazione: Antartide
Isola Pietro I

[senza fonte]

voci di isole antartiche presenti su Wikipedia

L'Isola Pietro I (in norvegese: Peter 1.s øy) venne scoperta da Fabian von Bellingshausen ad ovest dell'Antartico il 21 gennaio 1821. Prende il nome dallo Zar russo Pietro I. Ola Olstad effettuò il primo sbarco riuscito sull'isola il 2 febbraio 1929 e reclamò l'isola per la Norvegia.

L'isola occupa una superficie di 249 km² e raggiunge un'altezza di 1.755 metri in cima al Picco Lars Christensen, e inoltre un vulcano estinto. Si trova a 68° 50' sud, 90° 35' ovest, approssimativamente a 450 km dalla costa dell'Antartico occidentale. È circondata dal ghiaccio ad eccezione di un breve periodo alla fine dell'estate ed è coperta da ghiacciai al 95%.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]