Trattato delle Svalbard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trattato tra Norvegia, Stati Uniti d'America, Danimarca, Francia, Italia, Giappone, Paesi Bassi, Gran Bretagna e Irlanda e domini d'oltremare britannici e Svezia riguardo Spitsbergen, firmato a Parigi il 9 febbraio 1920
Svalbard signatories.png
Tipo trattato plurilaterale
Firma 9 febbraio 1920
Luogo Parigi, Francia
Efficacia 14 agosto 1925
Condizioni Ratifica di tutti i firmatari.
Parti 42
Depositario Francia Francia
Lingue francese, inglese
voci di trattati presenti su Wikipedia

Il Trattato delle Svalbard (in lingua norvegese Traktat angående Spitsbergen o Svalbardtraktaten) è un trattato internazionale firmato il 9 febbraio 1920 riguardante le Isole Svalbard. Il testo riconosce alla Norvegia la sovranità sulle isole, ma estende a tutti i firmatari i diritti di sfruttamento delle risorse presenti in questo arcipelago artico. Grazie a questo trattato, per molti anni le miniere di carbone presenti sulle Svalbard sono state sfruttate da minatori provenienti dall'Unione Sovietica ed in seguito dalla Russia.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]