Intensità di corrente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'intensità di corrente è una grandezza fisica scalare che misura la quantità di carica elettrica che attraversa la sezione di un conduttore entro un'unità di tempo. Nell'elettrotecnica i portatori di carica con i quali si ha a che fare sono quasi sempre elettroni di carica elementare omogenea, così che l'intensità di una corrente elettrica è talora definita semplicemente come quantità di elettroni che passano per una certa sezione di conduttore in un dato periodo di tempo.L' intensità di corrente è uguale alla differenza delle cariche elettriche \DeltaQ,fratto la differenza di tempo, \Deltat. Quindi i= \DeltaQ/\Deltat.

L'intensità di corrente è indicata nelle formule dal segno I (una I maiuscola). La sua unità di misura nel SI è l'ampere, indicato con A. Una corrente con intensità di 1 ampere sposta 6,24150948 × 1018 portatori di carica elementare in un secondo fra due parti di un circuito.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]


fisica Portale Fisica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fisica

densità di corrente è data dal rapporto tra l'intensità della corrente che scorre in un conduttore e l'area perpendicolare alla direzione della corrente. J=Intensità/Spazio