Il porto delle nebbie (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il porto delle nebbie
Portodellenebbie-1938.png
Jean Gabin e Michèle Morgan in una scena del film
Titolo originale Le Quai des brumes
Lingua originale francese
Paese di produzione Francia
Anno 1938
Durata 91 min
Colore B/N
Audio sonoro
Rapporto 1,33:1
Genere drammatico
Regia Marcel Carné
Soggetto Pierre Mac Orlan, dall'omonimo romanzo
Sceneggiatura Jacques Prévert
Produttore Gregor Rabinovitch
Casa di produzione Ciné-Alliance
Fotografia Eugen Schüfftan
Montaggio René Le Hénaff
Musiche Maurice Jaubert
Scenografia Alexandre Trauner
Costumi Chanel
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Riedizione:

Premi

Il porto delle nebbie (Le Quai des brumes) è un film del 1938 diretto da Marcel Carné, scritto da Jacques Prévert adattando per il cinema l'omonimo romanzo del 1927, di Pierre Mac Orlan.

È stato presentato in concorso alla 6ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, dove Carné ha ricevuto un premio speciale per la regia.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Jean (Jean Gabin), un disertore dell'esercito coloniale francese, arrivato a Le Havre, vuole lasciare la Francia. Nel bar "Panama", gestito dall'eccentrico omonimo individuo, incontra la bella Nelly (Michèle Morgan), una malinconica ragazza terrorizzata dal suo tutore Zabel (Michel Simon), che ella sospetta essere l'assassino del suo fidanzato Maurice. Per difendere Nelly dalle insidie del tutore, che si rivela essere un losco individuo, Jean uccide Zabel. Mentre sta per fuggire in Venezuela con una nuova identità, viene però assassinato a colpi di pistola in mezzo alla strada da Lucien (Pierre Brasseur), un giovane gangster locale del quale aveva scatenato l'odio, umiliandolo, prendendolo a schiaffi pubblicamente in diverse occasioni.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Poiché Jean Gabin aveva un contratto con l'Ufa, il film avrebbe dovuto essere girato in Germania, ma i tedeschi non apprezzarono il progetto, che fu quindi rilevato da un produttore francese.[1]

Le riprese si svolsero nei mesi di gennaio e febbraio 1938 negli studi di Joinville e per gli esterni a Le Havre.[2]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

La prima del film avvenne il 18 maggio 1938 al cinema Marivaux di Parigi.[2] Originariamente vietato ai minori di sedici anni, fu poi vietato completamente dalla censura francese durante l'occupazione.[2]

Malgrado il premio ottenuto alla Mostra del cinema di Venezia nel 1938, il film fu distribuito in Italia solo nel 1943 e in edizione integrale solo nel 1959.[1]

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Jean Renoir definì questo film fascista, suscitando la dura replica di Prévert.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Extra dell'edizione DVD Ermitage Cinema del 2006.
  2. ^ a b c Claude Guiguet, La carriera di Marcel Carné, in appendice a Marcel Carné, Io e il cinema. Roma, Lucarini, 1990 p. 380

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema