Il caffè di notte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il caffè di notte
Il caffè di notte
Autore Vincent Van Gogh
Data 1888
Tecnica olio su tela
Dimensioni 70 cm × 89 cm 
Ubicazione Art Gallery dell'Università di Yale, New Haven

Il caffè di notte è un dipinto a olio su tela (70 × 89 cm) realizzato nel 1888 dal pittore Vincent Van Gogh. È conservato nella Art Gallery dell'Università di Yale di New Haven.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il locale raffigurato è il bar di Place Lamartine, ad Arles, di cui era proprietaria Madame Ginoux, ritratta in vari dipinti, tra cui L'Arlesiana.

I colori sono accesi e discordanti, danno una sensazione di disagio: Van Gogh infatti voleva esprimere la violenza delle passioni umane, che degeneravano soprattutto nei caffè. La scena è statica, manca la vivacità tipica di un locale pubblico: i personaggi raffigurati sono isolati, come chiusi in sé stessi: ad eccezione della coppia in fondo a sinistra, i pochi avventori sono sopraffatti dall'alcool, addormentati o in procinto di esserlo, mentre il padrone del locale (in camice bianco) è appoggiato, con una posa che denota stanchezza, al tavolo da biliardo, la cui profondità prospettica e la stecca abbandonatavi sopra concorrono a rendere l'atmosfera ancora più opprimente. La sedia vuota in primo piano, simile a quella dipinta da Van Gogh nello stesso periodo, vuole sottintendere il significato dell'assenza.

L'orologio sul fondo denota la tarda ora notturna, tre lampadari diffondono una luce giallo-arancio e verde, mentre le pareti rosse ed il soffitto verde conferiscono al locale un aspetto di fornace infernale. Van Gogh descrisse così il quadro in una lettera al fratello Theo: "...ho voluto esprimere col rosso e verde le terribili passioni umane... sottolineare come il caffè è un luogo in cui ci si possa rovinare, diventar pazzi e commettere un delitto." Sappiamo inoltre che, per realizzare quest'opera, il pittore vegliò per tre notti di fila, onde poter lavorare sul posto.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Federica Armiraglio, Van Gogh, Milano, Skira, 2003.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pittura