Ida Carloni Talli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ida Carloni Talli a sinistra nel ruolo di Agnese nel film I promessi sposi di Mario Bonnard del 1923

Ida Talli, nata Carloni (Roma, 31 gennaio 1860Milano, 23 aprile 1940), è stata un'attrice italiana di cinema e teatro.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attrice importante del teatro italiano, inizia come filodrammatica divenendo attrice molto stimata e considerata tra le compagnie di questo genere. Entra nel giro del grande teatro - o in arte come si usava dire all'epoca - nel 1887 con la compagnia di Giuseppe Pietriboni.

Successivamente diventa primattrice nella compagnia Favi, dove si affermò con La trilogia di Dorina di Gerolamo Rovetta. Capocomica con Virgilio Talli - di cui diventa la moglie assumendone anche il nome - e con Ettore Paladini per un paio d'anni, ottiene un vivo successo di pubblico e di critica con La parigina di Henry Becque (Milano, 1890) e ne Il padre di August Strindberg (Teatro Valle Roma, 1893). Ottiene il nome in ditta con la Tovagliari-Carloni Talli-Pezzinga presso la quale lavora anche Aristide Baghetti e nel 1899 è con la compagnia di Luigi Ferrati.

Ammirata interprete sia nel genere drammatico sia in quello comico, lavora in importanti compagnie, quali la Andò-Leigheb, la Emanuel, la Garavaglia, la Ruggeri-Borelli. Successivamente si ritira dal teatro e insegna nella scuola di Eleonora Duse presso l'Accademia di Santa Cecilia di Roma. Fra i suoi tanti allievi anche la famosa attrice Kiki Palmer, Anna Magnani e tanti altri ancora.

È attiva nel cinema dove, a partire dal 1912 quando esordisce in Quo vadis?, interpreta parti di secondo piano e di carattere in ben 92 film muti, specializzandosi soprattutto in ruoli di madre nobile e austera. Il suo ultimo film fu Consuelita di Roberto Roberti del 1925, dove recitò accanto a Francesca Bertini.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]