Ictaluridae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ictaluridi
White catfish.jpegChannel catfish1.jpgFlathead catfish.jpg
Ameiurus catus (in alto)
Ictalurus punctatus
e Pylodictis olivaris (in basso)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Superordine Ostariophysi
Ordine Siluriformes
Famiglia Ictaluridae
Gill, 1861

La famiglia Ictaluridi (Ictaluridae Gill, 1861) comprende 51 specie di pesci d'acqua dolce noti in italiano con il nome di pesci gatto, appartenenti all'ordine Siluriformes.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Nord America e Centro America, dal sud del Canada al Guatemala [1].
Alcune specie appartenenti ai generi Ameiurus ed Ictalurus sono state introdotte in Italia ed Europa.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Ictalurus melas : si notino la grossa testa e i barbigli

Presentano un corpo allungato e idrodinamico (siluriforme appunto), piuttosto compresso su ventre e dorso, privo di scaglie, con testa grossa. La bocca è ampia, con 8 barbigli: 2 nasali, 2 mascellari e 4 più piccoli sulla mandibola; non vi sono denti palatini. Le pinne sono tozze, carnose; è presente la pinna adiposa. Sono dotati di una spina, spesso velenifera, sulla prima pinna dorsale e sulle pinne pettorali.
Le dimensioni sono molto varie secondo la specie, dal piccolo Noturus stanauli di 4,5 cm al grande Ictalurus furcatus di 165 cm.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Abitudini prettamente notturne.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Praticano cure parentali.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Questi pesci sono voraci predatori: si nutrono di insetti, larve, molluschi, piccoli crostacei, invertebrati e pesci.

Introduzioni[modifica | modifica sorgente]

L'introduzione di specie dei generi Ameiurus ed Ictalurus in paesi diversi da quelli di origine ha spesso causato importanti effetti avversi sulle specie di pesci autoctone.

Pesca[modifica | modifica sorgente]

Alcune specie di Ameiurus e Ictalurus sono allevati e pescati (prevalentemente negli USA) per la bontà delle loro carni, oltretutto quasi prive di spine.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

La famiglia comprende i seguenti generi[2]:

Un ulteriore genere, Astephus, è estinto (†).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nelson Joseph S., Fishes of the World, John Wiley & Sons, Inc, 2006. ISBN 0-471-25031-7.
  2. ^ Ictaluridae, elenco specie su FishBase

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci