Ictalurus punctatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pesce gatto maculato
Ictalurus punctatus.jpg

Ictalurus punctatus China.jpg
Adulto (in alto) e giovanile

Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Siluriformes
Famiglia Ictaluridae
Genere Ictalurus
Specie I. punctatus
Nomenclatura binomiale
Ictalurus punctatus
(Rafinesque, 1818)
Nomi comuni

Pesce gatto maculato
Pesce gatto punteggiato
Channel catfish

Il pesce gatto maculato (Ictalurus punctatus, (Rafinesque 1818)) è un pesce d'acqua dolce appartenente alla famiglia degli Ictaluridi ed all'ordine dei Siluriformi. È noto anche con i nomi inglesi di channel e channel catfish.

Caratteristiche morfologiche[modifica | modifica wikitesto]

Appare molto simile al comune pesce gatto ma presenta le seguenti differenze:

  • pinna caudale nettamente forcuta
  • colore marrone chiaro, grigiastro o oliva con macchie rotonde più scure (possono mancare negli esemplari più grandi che possono avere un colore molto scuro o quasi nero, soprattutto i maschi), il ventre è molto chiaro.
  • bocca più piccola
  • dimensioni molto più grandi (fino 25 kg negli USA)

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È originario del bacino del Mississippi nel Nord America, è stato introdotto nel secolo scorso nelle acque interne europee ed italiane (Po e i suoi affluenti e fiumi toscani come Arno ed Ombrone) dove si è perfettamente adattato.
Vive in acque mediamente correnti fluviali con fondi sassosi o terrosi, acque chiare e ben ossigenate.

Alimentazione ed abitudini[modifica | modifica wikitesto]

Essenzialmente carnivoro, si nutre soprattutto di pesciolini, piccoli crostacei, molluschi, insetti e larve.
Ha abitudini notturno-crepuscolari.

Effetti biologici conseguenti alla sua introduzione[modifica | modifica wikitesto]

La specie è predatrice e può seriamente danneggiare le popolazioni di pesci autoctone dei corpi idrici in cui viene immesso.

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Si cattura sia a passata che a fondo ma abbocca anche alle esche artificiali utilizzate per lo spinning. Le esche preferite sono vermi ed esche animali in genere. Si pesca soprattutto la notte. Le carni sono apprezzate per la scarsità di spine e per il buon sapore (che non presenta mai gusto di fango) tanto da avere un ruolo di primo piano nell'acquacoltura (soprattutto negli USA).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Stefano Porcellotti, Pesci d'Italia, Ittiofauna delle acque dolci Edizioni PLAN 2005
  • Kottelat M., Freyhof J. Handbook of European Freshwater Fishes, Publications Kottelat, Cornol (CH), 2007

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]