Hemorrhois hippocrepis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Colubro ferro di cavallo
Hemorrhois-hippocrepis.jpg
Hemorrhois hippocrepis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Serpentes
Famiglia Colubridae
Genere Hemorrhois
Specie H. hippocrepis
Nomenclatura binomiale
Hemorrhois hippocrepis
Linnaeus, 1758
Sinonimi

Coluber hippocrepis, Coluber domesticus, Natrix hippocrepis, Periops hippocrepis, Coluber diadema, Calopeltis hippocrepis, Zamenis hippocrepis, Haemorrhois hippocrepis

Nomi comuni

Colubro ferro di cavallo

Sottospecie
  • H. h. hippocrepis
  • H. h. nigrescens

Il Colubro ferro di cavallo (Hemorrhois hippocrepis Linnaeus, 1758) è un serpente della famiglia dei colubridi diffuso nei paesi attorno al Mar Mediterraneo occidentale.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È un colubro snello ed agile.
Il colore generale è bruno o grigio anche scuro. Lungo il dorso sono presenti macchie ovali più scure di forma diversa a seconda dell' esemplare. Le femmine depongono uova.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Si trova in Marocco, Algeria, Tunisia, Portogallo, Gibilterra, Spagna ed Italia. In Italia vive sull' isola di Pantelleria e nella Sardegna centro-meridionale,dove è raro[1][2].

Vive in zone aride e rocciose: macchia mediterranea, pianure costiere, pascoli, vigneti, oliveti e aree rurali[1].

Sottospecie[modifica | modifica sorgente]

Sono riconosciute 2 sottospecie[2]:

  • Hemorrhois hippocrepis hippocrepis (Linnaeus, 1758)
  • Hemorrhois hippocrepis nigrescens (Cattaneo, 1985) - Pantelleria

Minacce e conservazione[modifica | modifica sorgente]

È danneggiato localmente dagli investimenti di autoveicoli. In Nordafrica è a volte utilizzato dagli incantatori di serpenti. È inserito nell' Allegato II della Convenzione di Berna[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Jose Antonio Mateo Miras et al. 2008, Hemorrhois hippocrepis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ a b Hemorrhois hippocrepis (Linnaeus, 1758) in The Reptile Database. URL consultato il 17.04.2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili