Hassan Blasim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hassan Blasim

Hassam Blasim in in arabo: حسن بلاسم (Iraq, 1973) è un poeta, regista e scrittore iracheno.

Hassan Blasim si è trasferito in Finlandia come rifugiato nel 2004 dopo aver avuto dei guai con la realizzazione del film The Wounded Camera nella zona curda nel nord dell'Iraq. Ha fatto quattro cortometraggi per la società tv finlandese Yle. La sua raccolta di racconti brevi, suo libro d'esordio, Majnun sahat al-hurriyya (Il matto di piazza della Libertà) è nella long list del premio Independent Foreign Fiction del 2010[1] e del Frank O'Connor International Short Story Award. La versione originale in arabo è ancora inedita, probabilmente per questioni legate alla censura, ma i racconti in lingua araba si possono leggere sul blog dell’autore[2].

Ha studiato all’Accademia di Arte Cinematografica di Baghdad, dove due suoi film sono stati premiati. Nel 1998 ha lasciato Baghdad, per continuare a dedicarsi alla sua attività di regista (sotto pseudonimo, per paura di ritorsioni contro i suoi famigliari rimasti nella capitale) a Sulaymaniya, nel Kurdistan iracheno. Nel 2004, in seguito a problemi scaturiti dalla realizzazione del film Wounded Camera, ha dovuto lasciare l’Iraq e si è rifugiato in Finlandia, dove vive tuttora. Le sue poesie e i suoi racconti sono apparsi in diverse riviste letterarie, siti web e antologie. Hassan Blasim è inoltre co-editore della rivista letteraria on-line IraqStory[3]. Un suo racconto tradotto in inglese è apparso nell’antologia Madinah: City Stories from the Middle East, curata da Joumana Haddad (Comma Press, England).

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

  • The Wounded Camera, Uneton, 2006
  • Luottamuksen arvoinen, 2007
  • Elämä nopea kuin nauru, 2007
  • Juuret, 2008

Opere letterarie[modifica | modifica sorgente]

  • Majnun sahat al-hurriyya, (2009)
  • Diving into Existing, (2007) correspondence and dairies in collaboration with Adnan al-Mubarak.
  • Wounded Camera, (2007) Writings on cinema.
  • The Shia’s Poisoned Child, (2008) story collection.
  • Poetic Cinema, (2006) collection of articles. Ed. Salah Sarmini, in: Cinema Booklets: Series of Publications for the Emirates Film Competition. Abu Dhabi: Emirates Cultural Foundation
  • Short Films, (2005) collection of articles in: Cinema Booklets: Series of Publications for the Emirates Film Competition. Ed. S. Sarmini. Abu Dhabi: Emirates Cultural Foundation.
  • The Shia’s Poisoned Child, 2008, short stories

Traduzioni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Hassan Blasim
  2. ^ حسن بلاسم
  3. ^ Iraq Story (القصة العراقية)

Controllo di autorità VIAF: 100760293