Hamza Piccardo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Hamza Roberto Piccardo (Imperia, 7 ottobre 1952) è un editore italiano, scrittore e responsabile di varie associazioni musulmane in Italia.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Imperia, dove risiede, entra nell'Islam nel 1975, e nel 1990 è tra i fondatori dell'Unione delle Comunità ed Organizzazioni islamiche in Italia (UCOII) e viene eletto membro (e in seguito segretario nazionale e portavoce) della direzione nazionale[1], promuovendo l'apertura della Moschea di Imperia; seguiranno nel 1994 quella di Albenga (SV), quella di Sanremo (IM) nel 1996, Savona e Cengio (SV) nel 1998.
Nel 1993 fonda la casa editrice "Al Hikma" (per libri specialistici e divulgativo-educativi) e pubblica e dirige il mensile Il Musulmano fino al 1994.

Al termine del 1994, dopo cinque anni di lavoro, pubblica la prima edizione del Saggio di Traduzione Interpretativa del Santo Corano inimitabile, traduzione integrale e commentata per gli italiani e gli italofoni; l'ultima edizione per Newton Compton è stata criticata da Magdi Allam nel 2004 sul Corriere della Sera[2].

Nel 1998 è tra i fondatori del Consiglio Islamico d'Italia, l'organismo voluto dall'UCOII, dalla Lega Musulmana Mondiale-Italia e dal Centro Islamico Culturale d'Italia, per dare rappresentanza unitaria ai musulmani di fronte alla Stato italiano e stipulare un'Intesa ex art. 8 della Costituzione italiana[3].

Nel 2005 è eletto portavoce dell'European Muslim Network[4], costituito a Bruxelles e presieduto da Tariq Ramadan. Nel 2007 rinuncia a tutte le cariche organizzative scegliendo di dedicarsi solo all’attività editoriale e alla scrittura. Nel 2010 rientra nel direttivo UCOII in corrispondenza con l'elezione del nuovo presidente Izzedin Elzir[5].

Libri pubblicati[modifica | modifica sorgente]

  • La via del musulmano (traduzione di Al Minhaj al Muslim testo di giurisprudenza)
  • Saggio di Traduzione Interpretativa del Santo Corano inimitabile.
  • La vita del Profeta Muhammad (biografia)
  • Anéla il petto (dedicato ai Nomi di Allah)
  • Il Puzzle del Derviscio (romanzo politico islamico)
  • Luci prima della Luce (invocazioni all’Altissimo)
  • Ode alla Rossa (poesia)
  • Miracolo a Baghdad (romanzo politico islamico)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Paoline, 2005
  2. ^ Paoline, 2005
  3. ^ "Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge.
    Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano.
    I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze."
  4. ^ euro-muslims.eu
  5. ^ Izzedin Elzir, nuovo presidente Ucoii.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]