Giovanni II del Palatinato-Zweibrücken

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Palatinato-Neuburg
Wittelsbach
Armoiries électeurs palatins de Neubourg.svg

Ottone col fratello Filippo
Filippo col fratello Ottone
Wolfgang
Figli
Filippo Luigi
Wolfgang Guglielmo
Filippo Guglielmo
Giovanni Guglielmo
Carlo Filippo
Carlo Teodoro
Modifica

Giovanni II del Palatinato-Zweibrücken (Bad Bergzabern, 26 marzo 1584Metz, 9 agosto 1635) era figlio di Giovanni I del Palatinato-Zweibrücken e Maddalena di Jülich-Kleve-Berg.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni II del Palatinato-Zweibrücken o Giovanni II il giovane (in tedesco Johann II. der Jüngere) fu Duca di Zweibrücken[1] dal 1604 fino al 1635.

Giovanni II nacque a Bergzabern nel 1584, figlio maggiore del Conte Palatino Giovanni I e sua moglie Maddalena. Succedette a suo padre nel 1604. Nel 1606 acquisisce la Contea di Bischwiller in Alsazia.

Come inviato del principe elettore protestante, fu inviato nel 1610 in Francia alle cerimonie funebri dopo l'assassinio del re Enrico IV di Francia.

Dal 1610 sino al 1612 fu il custode di Federico V Elettore Palatino. In questa funzione egli fu per breve tempo il delegato del Sacro Romano Imperatore Rodolfo II nel 1612, e in questa veste ha coniato monete con l'aquila imperiale bicipite sul retro.

Giovanni II fonda a Zweibrücken una chiesa riformata francese.[2] Durante la guerra dei trent'anni e dopo la dissoluzione dell'Unione Evangelica nel 1621, perse non solo le terre e le rendite, ma nel 1628 anche l'Abbazia di Hornbach all'imperatore. Nel 1634 si unì alla Lega di Heilbronn. Il 13 giugno 1635 Giovanni II dovette fuggire con la sua famiglia prima dell'arrivo delle truppe imperiali del conte Gallas a Metz, mentre il suo ducato veniva devastato. Egli morì poco dopo la sua fuga a Metz e i suoi resti poterono essere trasferiti solo nel 1646 nella Chiesa di Alexander a Zweibrücken.

Antenati[modifica | modifica wikitesto]

albero genealogico antenati di Giovanni II
Giovanni II, Conte Palatino di Zweibrücken Padre:
Giovanni I del Palatinato-Zweibrücken
Nonno paterno:
Wolfgang del Palatinato-Zweibrücken
Bisnonno paterno:
Luigi II del Palatinato-Zweibrücken
(Luigi II il Giovane)
Bisnonna paterna:
Elisabetta d'Assia
Nonna paterna:
Anna d'Assia
Bisnonno paterno:
Filippo I d'Assia
Bisnonna paterna:
Cristina di Sassonia
Madre:
Maddalena di Jülich-Kleve-Berg
Nonno materno:
Guglielmo di Jülich-Kleve-Berg
Bisnonno materno:
Giovanni III di Kleve
Bisnonna materna:
Maria von Geldern
Nonna materna:
Maria d'Absburgo, Arciduchessa d'Austria
Bisnonno materno:
Ferdinando I d'Asburgo
Bisnonna materna:
Anna di Boemia e Ungheria

Famiglia e discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni II il giovane è stato sposato due volte. La sua prima moglie, Catherine di Rohan, sposata il 26 agosto 1604, a Blain in Bretagna, figlia di Renato II di Rohan, Visconte di Rohan, e Conte di Porhoët. Catherine era una sorella del capo ugonotto, Enrico II di Rohan. Da questo matrimonio ha avuto una figlia:

  1. Maddalena Caterina (26 aprile 1607 - 20 gennaio 1648), che sposò nel 1630 il Duca e Conte Palatino di Birkenfeld, Cristiano I di Birkenfeld (1598–1654)

Sposa la sua seconda moglie il 13 maggio 1612 a Heidelberg, Luisa Giuliana del Palatinato (16 luglio 1594 - 28 aprile 1640), figlia di Federico IV Elettore Palatino, con la quale ebbe sette figli:

  1. Elisabetta Luisa Giuliana (16 luglio 1613 - 29 marzo 1667), badessa di Herford
  2. Caterina Elisabetta Carlotta (11 gennaio 1615 - 21 marzo 1651), che sposò nel 1631 il Duca e Conte Palatino Wolfgang Guglielmo del Palatinato-Neuburg (1578-1653)
  3. Federico, Conte Palatino di Zweibrücken (5 aprile 1616 - 9 luglio 1661)
  4. Anna Sibilla del Palatinato (20 luglio 1617 - 9 novembre 1641)
  5. Giovanni Ludovico del Palatinato (22 luglio 1619 - 15 ottobre 1647)
  6. Giuliana Maddalena del Palatinato (23 aprile 1621 - 25 marzo 1672), che sposa nel:∞ 1645 il Conte Palatino e Duca di Landsberg e Zweibrücken Federico Luigi del Palatinato-Zweibrücken (1619-1681)
  7. Maria Amalia (19 ottobre 1622 - 11 giugno 1641)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Palatinato e Zweibrücken sono spesso ricordati con la dizione francese di Deux-Ponts (FR) Christophe Koch, Histoire abrégée des traités de paix, entre les puissances de l'Europe depuis la paix de Westphalie, tomo IV, CHAPITRE XXVI, Paris, 1817.
  2. ^ Emil Friedrich Heinrich Medicus: Geschichte der evangelischen Kirche im Königreiche Bayern diesseits d. Rh: nach gedr. u. theilw. auch ungedr. Quellen zunächst für prakt. Geistl. u. sonstige gebildete Leser bearb. Supplementband, Band 2, Deichert, 1865, S. 95

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Volker Press: Johann II.. In: Neue Deutsche Biographie (NDB). Band 10, Duncker & Humblot, Berlin 1974, S. 514 f.
  • (DE) Johann Samuel Ersch: Allgemeine Encyklopädie der Wissenschaften und Künste: in alphabetischer Folge. Section 2, H - N ; Theil 21, Johann (Infant von Castilien) - Johann-Boniten, Band 2, Band 21, Gleditsch, 1842, S. 179 ff. in linea

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 64344358