Giaco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Infobox armatura}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.
Cotta in maglia di ferro esposta nel castello di Chillon

Il giaco era una camicia di maglia metallica che copriva il busto e le braccia scendendo fino a metà delle cosce.

Il giaco era destinato a supplire ai difetti dell'armatura nelle ascelle e nelle piegature delle braccia, ed alla mancanza del coprireni e della braghetta. Era fatta di maglie di ferro o di filo di ottone concatenate insieme.

Nell'età di mezzo, troviamo descrizione del giaco piastrino che era fatto di piccole piastre metalliche.

Il giaco serviva anche per difendersi dai colpi di pugnale, ma per consentire una protezione maggiore dai colpi fendenti, venne realizzato in foggia sempre più rigida e con maggiore copertura delle gambe, fino ad assumere il nome di usbergo nel basso Medioevo. L'uso di questi indumenti di difesa, andò man mano estinguendosi dopo le crociate, data la sua pesantezza e la difficoltà che opponeva al maneggio della lancia, e si ridimensionò, come tutte le armature difensive dello stesso genere, con l'introduzione degli archi lunghi, le balestre ed infine le armi da fuoco.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Francesco Rossi. Armi e armature medioevali. 1990, Stella Polare Editrice, Bergamo;
  • Aldo Mario Aroldi. Armi e armature italiane sino al XVIII secolo. 1961, s.r.t..

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]