Ascella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Ascella (disambigua).
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Porzione di muscoli della spalla e del torace.

L'ascella o cavo ascellare è una cavità posta ad angolo tra il braccio e la spalla.

Dal punto di vista anatomico è possibile individuarvi la cosiddetta cavità ascellare, una profonda depressione posizionata sulla radice dell'arto superiore, che a braccio abdotto ha la forma di una piramide quadrangolare con apice in alto e medialmente. Vi si descrivono quattro pareti, un apice e una base:

Anteriore: costituita dal muscolo grande pettorale e, dietro questo i muscoli succlavio e piccolo pettorale, connessi tra loro dalla fascia clavicoracoascellare, che va a costituire in basso il legamento sospensorio dell'ascella (di Gerdy).

Posteriore: formata dall'alto in basso dai muscoli sottoscapolare, grande rotondo e grande dorsale.

Laterale: vi si trova il muscolo coracobrachiale e il capo breve del bicipite brachiale.

Mediale: costituita dalla faccia esterna delle prime quattro coste, con i muscoli intercostali esterni e il muscolo dentato anteriore.

Sull'apice è posizionato il canale cervico-ascellare, che mette in comunicazione la cavità ascellare con la fossa sopraclavicolare maggiore. Questo è delimitatoanteriormente dalla clavicola, medialmente dalla prima costa e lateralmente dal processo coracoideo della scapola. Tale canale da passaggio ai vasi succlavi e a strutture appartenenti al plesso brachiale.

La base è determinata dalla fascia ascellare, uno strato di tessuto connettivo, tesa tra il muscolo grande pettorale (anteriormente) e il grande dorsale (posteriormente).

In questa cavità è possibile individuare linfonodi, tessuto connettivo adiposo, una grande quantità di ghiandole sudoripare e strutture vascolo-nervose. Qui passano anche vasi linfatici, vasi sanguigni e nervi utili al braccio.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Anastasi G. e altri, "Trattato di anatomia umana" Edi Ermes 2006

  • Peter Abrahams, Atlante del corpo umano, Milano, Amber Books, 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

anatomia Portale Anatomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anatomia