Resta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Resta (disambigua).
Resta
L'uncino della resta, visibile davanti alla corazza di protezione dell'avambraccio destro in questa armatura commissionata da Massimiliano I d'Asburgo nel 1494 ed esposta nella collezione di armi e armature del Kunsthistorisches Museum di Vienna
L'uncino della resta, visibile davanti alla corazza di protezione dell'avambraccio destro in questa armatura commissionata da Massimiliano I d'Asburgo nel 1494 ed esposta nella collezione di armi e armature del Kunsthistorisches Museum di Vienna
Animale protetto uomo
Materiale metallo
Produzione
Entrata in uso XV secolo

[senza fonte]

voci di armature presenti su Wikipedia

La resta era una delle componenti aggiuntive della corazza toracica dell'armatura a piastre medievale, espressamente designata a migliorare le prestazioni del cavaliere armato di lancia. Si trattava di un uncino metallico applicato sulla parte destra della piastra pettorale cui andava appoggiato il "calcio" della lancia onde mantenerla in equilibrio durante la carica ed evitarne lo scivolamento all'indietro quando colpiva il bersaglio, questo permetteva che la forza dell'impatto venisse distribuita anche al torso invece che al solo arto superiore. Entrò in uso a partire dal XV secolo.

Utilizzando la resta e la staffa, che gli permetteva di non farsi sbalzare di sella, il cavaliere poteva caricare il nemico al galoppo e colpirlo con tutta la propria forza. Grazie a questa nuova tecnica, la cavalleria pesante divenne una fondamentale componente degli eserciti medievali.

Del termine resta traccia nella locuzione in italiano "partire con la lancia in resta", ovvero affrontare un'impresa energicamente, con risolutezza.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Musciarelli L. (1978), Dizionario delle Armi, Milano, Oscar Mondadori.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]