Fiammenghini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Martirio delle monache cistercensi a Vittavia
Transetto dell'Abbazia di Chiaravalle
Papa Alessandro IV istituisce gli agostiniani, San Marco, Milano

I Fiammenghini è il nome comune con cui sono conosciuti i fratelli Giovanni Battista e Giovanni Mauro Della Rovere, pittori attivi a Milano negli anni a cavallo tra il XVI e XVII secolo, e in particolare all'inizio di quest'ultimo.

Giovanni Mauro[modifica | modifica wikitesto]

Nasce nel 1575 e muore nel 1640, fu allievo di Giulio Cesare Procaccini.

Giovanni Battista[modifica | modifica wikitesto]

Nasce nel 1560 (o 1561) e muore nel 1627.

Di lui si ricordano in particolare le "Scene della Vita di San Giovanni Battista" del Duomo di Monza.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

In Italia sono conosciuti principalmente per via della decorazione di gran parte dell'interno dell'Abbazia di Chiaravalle a Milano; in particolare il transetto, il presbiterio, la controfacciata e la volta dell'abside sono ricche delle loro opere.

Altre opere si possono trovare nella "Cappella Atellani" della Chiesa di Santa Maria delle Grazie a Milano, nella Chiesa di San Dionigi (Cassano d'Adda) a Cassano d'Adda, nella chiesa di Sant'Eusebio (Peglio) a Peglio (Lombardia), nel Duomo di Milano con la "Vita di San Carlo", nel Sacro Monte di Varallo e nel Santuario della Madonna del Sasso di Locarno, ma soprattutto i Fiammenghini sono noti per i grandi affreschi realizzati in numerose cappelle del Sacro Monte di Orta, dedicato a san Francesco d'Assisi.

Operano anche nella "Chiesa del Salvatore e Santa Margherita d'Antiochia di Pisidia" in Busto Garolfo (Milano), dove affrescano la cappella dell'altare maggiore (oggi scomparsa) e la cappella di san Giuseppe (dove restano alcuni frammenti).

Imponente ed intatto il ciclo di affreschi e tele presso la chiesa dei Santi Faustino e Giovita a Bienno (Valcamonica) e nella Santa Maria Annunziata, nello stesso paese.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]