Federico Norcia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Federico Norcia (Lugo di Romagna, 31 marzo 1904Modena, 13 luglio 1985) è stato uno scacchista italiano.

Di professione avvocato, ottenne il titolo di Maestro nel 1931.

Partecipò a oltre 50 tornei magistrali nazionali e internazionali.

Nel 1952 vince a Ferrara, alla pari con Vincenzo Castaldi e Alberto Giustolisi, il 15° Campionato italiano[1].

Nel 1960 si classificò pari primo con Guido Cappello e Alberto Giustolisi nel 21º Campionato italiano di Perugia, ma il titolo venne assegnato a Cappello per spareggio tecnico Bucholtz.

Prese parte con la nazionale italiana a quattro olimpiadi degli scacchi: Folkestone 1933, Monaco 1936, Amsterdam 1954, L'Avana 1966, con buoni risultati.

Altri successi furono i seguenti:

Fu vice-segretario generale del Comune di Reggio Emilia, poi segretario generale dei Comuni di San Remo, Trento e Modena.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Era previsto uno spareggio tra i tre vincitori, ma non venne mai giocato. In seguito la FSI assegnò il titolo a Norcia, ma dopo le proteste di Castaldi ritirò la decisione che fu provata illegittima. Il titolo rimase quindi condiviso tra i primi classificati a pari punti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]