Ermanarico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ermanarico (... – 376) fu un re della tribù germanica dei Grutungi vissuto poco prima del periodo delle migrazioni.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Ermanarico viene citato in due fonti romane: gli scritti contemporanei di Ammiano Marcellino ed il De origine actibusque Getarum di Giordane, storico del VI secolo.

Secondo Ammiano, Ermanarico fu "un re guerriero" che alla fine si suicidò, davanti all'assalto portato dagli Alani e dagli Unni, che invasero i suoi territori nel 370. Quello che Ammiano dice rispetto alle dimensioni del regno di Ermanarico, è che i suoi domini erano ricchi ed estesi.[1][2]

La zona arancione rappresenta la cultura di Černjachov, identificata con il regno di Ermanarico, all'inizio del IV secolo

Secondo i Getica di Giordane, Ermanarico regnò su Oium. Giordane afferma anche che fece uccidere una giovane donna di nome Sunilda con l'uso di cavalli, a causa della sua infedeltà. A questo punto i suoi due fratelli, Sarus e Ammius, ferirono gravemente Ermanarico rendendogli difficoltoso il compito di fronteggiare l'invasione unnica. Le varianti a questa leggenda hanno profondamente influenzato la letteratura germanica medievale, compresa quella inglese e quella scandinava (vedi i figli di Jonakr). Secondo Giordane Ermanarico regnò con successo sui Goti fino alla morte, arrivata all'età di 110 anni.

Racconti[modifica | modifica sorgente]

In numerosi racconti germanici, Ermanarico è mal consigliato da Bicke, Bikka o Sifka, che chiede ad Ermanarico vendetta per lo stupro subito dalla moglie. In altri racconti scritti su Teodorico di Verona, Ermanarico sarebbe lo zio di Teodorico che rubò il regno. Il suo consigliere convinse Ermanarico ad uccidere tutti coloro che gli stavano più vicini.

Nomi di Ermanarico[modifica | modifica sorgente]

Il nome di Ermanarico in originale lingua gotica fu probabilmente Aírmanareiks. Comunque, a causa del fatto che è stato citato nella letteratura di tutto il mondo germanico fino al XIII secolo, il suo nome ha assunto varie forme:

Nomi latini:

  • Nel Getica di Giordane è Ermanaricus.

Nomi germanici:

Viene chiamato anche Ermanarico, Erminrico, Emmerico, Ermanrik ed in molti altri modi.[3]

Visto che il nome Heiðrekr era quasi sinonimo di Ermanarico, potrebbe essere lo stesso Heiðrekr Ulfhamr che, nella saga di Hervör, si dice abbia regnato sui Goti per lungo tempo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Michael Kulikowski (2007), Rome's Gothic Wars, pp. 111-112, ISBN 978-0-521-84633-2
  2. ^ Ammiano Marcellino, Res Gestae XXXI 3, Thayer
  3. ^ Il nome di Ermanarico

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Auerbach, Loren e Simpson, Jacqueline. Sagas of The Norsemen: Viking and German Myth. TIME-LIFE books.