Efrem Zimbalist

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Efrem Zimbalist, fotografato da Carl Van Vechten, 1933

Efrem Zimbalist Sr. (Rostov sul Don, 9 aprile 1890Reno, 22 febbraio 1985) è stato un violinista, compositore e direttore d'orchestra russo naturalizzato statunitense, insegnante di musica e poi direttore, per lungo tempo, al Curtis Institute of Music.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Infanzia e adolescenza[modifica | modifica sorgente]

Zimbalist nacque nel sud-ovest della Russia nella città di Rostov-sul-Don (Rostov-na-Donu), figlio degli ebrei Maria Litvinoff e Aron Zimbalist, di professione direttore d'orchestra.[1] All'età di nove anni, Efrem era già primo violino nell'orchestra del padre. A dodici anni entrò nel conservatorio di San Pietroburgo e studiò con Leopold Auer. Si diplomò al conservatorio di San Pietroburgo nel 1907 vincendo la medaglia d'oro al concorso Rubenstein Prize, ed all'età di ventuno anni era già considerato uno dei più grandi violinisti del mondo.[2]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver conseguito il diploma, debuttò a Berlino (suonando il concerto di Brahms) ed a Londra nel 1907, per poi andare negli Stati Uniti dove nel 1911 esordì con la Boston Symphony Orchestra. Si stabilì quindi negli Stati Uniti ed ivi divenne famoso per l'interpretazione di musica antica. Nel 1928, Zimbalist iniziò ad insegnare al Curtis Institute of Music di Filadelfia. Fu quindi direttore della scuola dal 1941 al 1968. Fra i suoi allievi più famosi si ricordano Oscar Shumsky, Felix Slatkin, Shmuel Ashkenasi e Hidetaro Suzuki.

Si ritrò dalle scene nel 1949, ma ritornò nel 1952 per l'esecuzione della prima mondiale del Concerto per violino di Gian Carlo Menotti, a lui dedicato. Si ritirò definitivamente nel 1955. Continuò comunque la sua attività di direttore della scuola di Filadelfia e fu componente della giuria al concorso internazionale di violino International Tchaikovsky Competition nel 1962 e nel 1966.

Efrem Zimbalist con Alma Gluck

Fra le sue composizioni più importanti vi sono un concerto per violino, la American Rhapsody ed il poema sinfonico Daphnis and Chloe. Compose anche un'opera, Landara, che venne eseguita in prima mondiale a Filadelfia nel 1956.[3]

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Sposò il famoso soprano Alma Gluck e con essa fece numerose tournée. Alma Gluck morì nel 1938. Nel 1943, dopo cinque anni di vedovanza, sposò la fondatrice della scuola, Mary Louise Curtis Bok, figlia dell'editore, Cyrus Curtis, e quattordici anni più anziana di lui.

Egli morì nel 1985, all'età di 94 anni. Ebbe un figlio con Alma, Efrem Zimbalist Jr., che così come la nipote, Stephanie Zimbalist, divenne un popolare attore.[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Roy Malan, Efrem Zimbalist: A Life, Amadeus Press, 2004, p. 1, ISBN 1574670913.
  2. ^ Efrem Zimbalist: A Life. - by Roy Malan. Pompton Plains, NJ: Amadeus Press, 2004 ISBN 1-57467-091-3
  3. ^ Opera Glass
  4. ^ Great Masters of the Violin - Boris Schwarz, New York: Simon and Schuster, 1983

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Boris Schwarz, Efrem Zimbalist, in Great Masters of the Violin, New York, Simon and Schuster, 1983, pp. 430-432
  • Roy Malan, Efrem Zimbalist, A Life, Pompton Plains, NJ, Amadeus Press, 2004 ISBN 1-57467-091-3
  • Jean-Michel Molkhou, Efrem Zimbalist, in Les grands violonistes du XXe siècle. Tome 1- De Kreisler à Kremer, 1875-1947, Paris, Buchet Chastel, 2011, pp. 63-66

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 100247267 LCCN: n83153218