Edmé Bouchardon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edmé Bouchardon

Edmé Bouchardon (Chaumont, 29 maggio 1698Parigi, 27 giugno 1762) è stato uno scultore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si accostò all'arte grazie agli insegnamenti del padre Jean-Baptiste, architetto e scultore e all'età di ventiquattro anni si trasferì a Parigi nello studio di Guillaume Coustou.

Nel 1723 vinse il Prix de Rome che lo condusse ad una lunga permanenza quasi decennale nella capitale italiana, durante la quale studiò attentamente l'arte dell'antichità, cimentandosi in opere scultoree quali il busto di Clemente XII e del cardinale Polignac.

Rientrato in Francia si impegnerà appoggiando il ritorno del gusto classico in reazione al Rococò e al Naturalismo.

Il suo linguaggio artistico si caratterizzò di timbri freddi ed intellettualistici, in qualche modo, anticipatorio rispetto al Neoclassicismo francese.[1]

Eseguì vari lavori a Versailles quali un bassorilievo per la cappella e gruppi per la fontana di Nettuno.

Nel periodo che intercorse fra il 1739 e il 1745 dedicò tutti i suoi talenti alle sculture e ai bassorilievi della fontana di rue de Grenelle.

Nel 1744 divenne membro dell'Accademia dopo il consenso ottenuto dal Cristo sotto il peso della croce e l'anno seguente intraprese l'attività di insegnante.

Il re gli commissionò la statua di Amore che ricava l'arco dalla clava di Ercole che fu realizzata con qualche concessione e compromesso stilistico e la statua in Place de la Concorde, poi distrutta dai moti rivoluzionari.

Dalla sua mano uscì il disegno della nuova moneta distribuita dal re.

Anche il fratello Jacques-Philippe (1717-1753) svolse la carriera di scultore e divenne direttore dell'Accademia di Svezia.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Busto di Clemente XII, del cardinale di Rohan e di Polignac a Roma
  • Le figure di Cristo, della Vergine, e degli Apostoli, Parigi, chiesa San Sulpice
  • Amore che ricava l'arco dalla clava di Ercole (1750), Parigi, Louvre
  • Fontana delle quattro stagioni, Parigi, rue de Grenelle
  • Lougi XV, statua equestre
  • Calvario
  • Cristo sotto il peso della croce, Parigi, Louvre

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Le Muse, De Agostini, Novara, 1964, Vol.II, pag.383

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 64206515 LCCN: nr99034050

scultura Portale Scultura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scultura