Dusk... and Her Embrace

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dusk... and Her Embrace
Artista Cradle of Filth
Tipo album Studio
Pubblicazione 1996
Durata 67 min : 41 s
Dischi 1
Tracce 9
Genere Symphonic black metal
Gothic metal
Black metal
Etichetta Music For Nations
Produttore Kit Woolven
Registrazione 1996
Cradle of Filth - cronologia
Album successivo
(1998)

Dusk... and Her Embrace, il cui titolo completo è "Dusk... and Her Embrace: Litanies of Damnation, Death and the Darkly Erotic" [1], è il secondo da studio del gruppo Extreme metal inglese Cradle of Filth, pubblicato nel 1996 da Music For Nations.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Dusk... and Her Embrace sancisce la definitiva maturazione della band di Ipswich, sia sul piano stilistico che sul piano lirico. Le atmosfere grezze e primitive dell'esordio sono oramai accantonate per far spazio ad articolate partiture sinfoniche dal gusto gotico-crepuscolari, così come i testi completamente incentrati sull'immagine decadente e romantica del vampirismo (tematica da sempre cara al gruppo).

Compare, per la prima volta, il chitarrista greco Gian Pyres, unitosi alla band durante il tour promozionale del precedente EP.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Esistono ufficialmente due edizioni limitate di Dusk... and Her Embrace oltre a quella normale in jewel case:

  • "Digipack Limited Edition" (Digipack con sovraccopertina nera modellata sul modello di un libro)
  • "Coffin Box Edition" (Cofanetto modellato stile bara) [2]

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Humana Inspired to Nightmare – 1:22 (Filth, Anstis, Pyres, Gregori, Eaglestone, Barker)
  2. Heaven Torn Asunder – 7:04 (Filth, Anstis, Pyres, Gregori, Eaglestone, Barker)
  3. Funeral in Carphatia – 8:23 (Filth, Anstis, Pyres, Gregori, Eaglestone, Barker)
  4. A Gothic Romance (Red Roses For the Devil's Whore) – 8:35 (Filth, Anstis, Pyres, Gregori, Eaglestone, Barker)
  5. Nocturnal Supremacy '96 [3] – 5:59 (Filth, Anstis, Pyres, Gregori, Eaglestone, Barker)
  6. Malice Through the Looking Glass – 5:30 (Filth, Anstis, Pyres, Gregori, Eaglestone, Barker)
  7. Dusk... and Her Embrace – 6:08 (Filth, Anstis, Pyres, Gregori, Eaglestone, Barker)
  8. The Graveyard By Moonlight – 2:30 (Filth, Anstis, Pyres, Gregori, Eaglestone, Barker)
  9. Beauty Slept in Sodom – 6:32 (Filth, Anstis, Pyres, Gregori, Eaglestone, Barker)
  10. Haunted Shores – 8:52 (Filth, Anstis, Pyres, Gregori, Eaglestone, Barker)
  11. Hell Awaits (Slayer Cover) [4] – 5:41 (Hanneman, King)
  12. Carmilla's Masque [4] – 2:52 (Filth, Anstis, Pyres, Gregori, Eaglestone, Barker)

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • In Haunted Shores compare in veste di ospite il cantante dei Venom, Cronos, a cui è affidata la narrazione delle strofe conclusive del disco. [5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Dusk... and Her Embrace" su Enciclopedia Metallum: The Metal Archives
  2. ^ Coffin Box Edition
  3. ^ Presente solo nella Digipack Limited Edition
  4. ^ a b Presente solo nella Coffin Box Edition
  5. ^ "Dusk... and Her Embrace" su Enciclopedia Metallum: The Metal Archives
metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metal