Dick Kinney

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Richard Kinney, noto anche come Dick Kinney (20 ottobre 1917Glendale, 24 marzo 1985), è stato un animatore e fumettista statunitense.

Nel campo dell'animazione, un ruolo importante lo rivestono i gagmen, ruolo nel quale fu maestro Carl Barks: erano figure preposte all'ideazione delle situazioni comiche da far vivere ai personaggi, generalmente molto abili nel produrle a getto praticamente continuo.

Uno di questi fu Kinney, che, come il fratello maggiore, Jack (1909-1992), era destinato a lavorare presso lo Studio Disney di Burbank, California.

Il giovane Dick vuole seguire le orme del fratello, animatore dal 1931, e sul finire degli anni trenta inizia a lavorare come intercalatore presso lo studio di Walter Lantz, che in quegli anni produce soprattutto cortometraggi con protagonista il coniglio Oswald.

Dick, comunque, si dimostra più abile nelle sceneggiature e intorno al 1945 si presenta agli studi di Burbank per lavorare a fianco del fratello regista. La loro prima collaborazione, con Jack direttore di sequenza e Dick sceneggiatore, è per Musica Maestro (1946), ma subito dopo Dick inizia a ideare una serie di esilaranti gag per i cortometraggi di Pippo: si impegnerà su questo personaggio fino alla metà degli anni cinquanta.

Nel frattempo, però, sceneggia anche corti per altri personaggi, come Paperino, alle prese con Cip e Ciop, diretti dall'abile Jack Hannah.

Lontano da Burbank[modifica | modifica wikitesto]

Lasciata, contemporaneamente al fratello, la Disney, nel 1957 Dick ritorna con Lantz, dove per un anno circa lavora sulla serie Cartune e su Picchiarello (Woody Woodpecker). Subito dopo lavora con Jack su 1001 Arabian Nights of Mr.Magoo, gustosa parodia de Le Mille e Una Notte del 1959, prodotta dalla UPA, che vede come protagonista il miope, quasi cieco Mr.Magoo.

Nei due anni successivi (1960-61), Dick è il principale story-man dei corti di Popeye per il King Features Syndicate. Poi nuovamente per la UPA sceneggia i corti di Dick Tracy. Negli anni successivi, poi, lavora presso lo studio Terrytoons e quindi per Hanna-Barbera.

Paperoga e gli altri[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1963 e il 1977 Dick Kinney si dedica anche ai fumetti, diventando uno dei principali sceneggiatori dello Studio Disney per i prodotti d'oltreoceano.

Sono anche gli anni dell'accoppiata con Al Hubbard, il cui tratto spigoloso e dinamico ben si adatta ai testi veloci e demenziali di Kinney jr., creando una serie di personaggi di sicuro successo. Primo fra tutti è il prorompente Paperoga, lunatico cugino di Paperino, seguito a ruota dal gatto di quest'ultimo, Malachia, animale domestico dalla forte personalità.

Nella terza storia della coppia, poi, fa il suo esordio Dinamite Bla, rozzo campagnolo, schivo e diffidente nei confronti dei cittadini e della tecnologia, che sarà molto utilizzato all'estero, soprattutto dagli artisti brasiliani. I due inventano anche Prospero Chiacchiera, papero occhialuto e ciarliero, sempre pronto ad imbrogliare Paperone (una sorta di pre-Filo Sganga americano). Nel 1965, poi, propongono ai lettori di fumetti l'agente segreto 01 Paperbond (00Duck), parodia del famoso James Bond, che con l'aiuto dell'assistente Mata Harrier, combatte il crimine e affronta missioni pericolose e letali, soprattutto a causa delle esilaranti gag disseminate per le storie. Nello stesso anno fa infine il suo esordio Bella Quack, vecchia e abbondante conoscenza di Zio Paperone.

Kinney, però, ha anche il merito di essere il primo, nel 1964, ad aver utilizzato, dopo l'ideazione ad opera di Barks, il personaggio di Rockerduck: giustamente, come tra poco si capirà, il papero sarà poi molto utilizzato nelle storie italiane, considerato che le matite erano opera del veneziano Romano Scarpa.

Lo sceneggiatore però si distingue anche nella stesura di divertentissime storie, alcune delle quali ambientate nella redazione del Papersera, popolata dai soli Paperino e Paperoga, e disegnate tra gli altri da Tony Strobl, Jim Fletcher, Jack Bradbury e dagli artisti argentini del Jaime Diaz Studio.

Il geniale sceneggiatore scompare a Glendale, California, nel 1985. Controllo di autorità VIAF: 32204886