Colin Pillinger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Colin Pillinger all'osservatorio Jodrell Bank nel 2009

Colin T. Pillinger (Bristol, 9 maggio 1943Cambridge, 7 maggio 2014) è stato uno scienziato britannico dell'Open University. Era commendatore (CBE) dell'Ordine dell'Impero Britannico. Ha ottenuto il Bachelor of Science ed il Doctor of Philosophy all'università di Swansea.

È stato uno degli scienziati di riferimento per il lander marziano Beagle 2 e ha dedicato molto del suo lavoro allo studio delle meteoriti marziane.[1]

Nel maggio del 2014 ebbe un'emorragia cerebrale che lo fece entrare in coma: ricoverato all'Addenbrooke's Hospital di Cambridge, vi morì nella tarda serata del 7 maggio, due giorni prima del suo 71º compleanno.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Beagle 2[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Beagle 2.

È stato il principale collaboratore al progetto del lander marziano Beagle 2, parte della missione dell'Agenzia Spaziale Europea del 2003 Mars Express.

Pillinger fu molto determinato nel sostenere il progetto Beagle 2. Si crede che il Beagle 2 abbia fallito per un malfunzionamento del paracadute (fornito dalla NASA), ma l'esatta ragione tutt'oggi non è nota.

Diversi mesi dopo, l'8 settembre 2004, un altro veicolo spaziale a cui Pillinger ha collaborato nella progettazione[senza fonte], il Genesis, ha avuto un problema al paracadute (di nuovo fornito dalla NASA) durante la fase di discesa, sebbene la successiva determinazione del motivo del malfunzionamento del paracadute della Genesis abbia escluso qualsiasi collegamento tra i due incidenti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Template:Citebook
  2. ^ Colin Pillinger dies after brain haemorrhage, BBC, 8 maggio 2014

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 294326356