Charles Garnier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo gesuita e santo, vedi Charles Garnier (gesuita).
Jean-Louis-Charles Garnier

Jean-Louis-Charles Garnier (Parigi, 6 novembre 1825Parigi, 3 agosto 1898) è stato un architetto francese.

Casino di Montecarlo

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Vince nel 1848 il Prix de Rome dell'Accademia francese delle scienze che gli permette di soggiornare a Roma. Nel 1852 si reca ad Atene. Questi anni avranno una forte influenza sulla sua produzione architettonica.

Tornato a Parigi nel 1854, lavora con Théodore Ballu e con Eugène Viollet-le-Duc. Nel 1861, è un architetto ancora sconosciuto quando vince il concorso per l'Opera di Parigi, che resterà la sua opera più emblematica e alla quale dedicherà 14 anni della sua vita.

Nel 1874 diventa membro dell'Accademia delle Belle Arti. È stato inoltre l'autore di una vasta produzione scientifica, pubblicando numerosi testi sull'archeologia greca.

La sua opera diventata simbolo dello stile Napoleone III rivela un temperamento neobarocco con decorazione eclettica e sovraccarica.

Principali opere[modifica | modifica sorgente]

  • Il teatro dell'Opera a Parigi (1861-1875)
  • La sala da concerto del Casino (1878-1879) e il Grand Hôtel de Paris a Monte Carlo
  • Il Panorama Marigny (1884) (trasformato in Teatro Marigny nel 1925) a Parigi
  • Il Circolo della libreria, boulevard Saint-Germain a Parigi
  • Hôtel particulier (detto "Casa Opera"), rue du Docteur-lancereaux a Parigi
  • Il Casino e lo stabilimento termale a Vittel (Francia)
  • La chiesa a Chapelle-en-Thiérache (Francia)
  • L'Osservatorio astronomico (1880-1892) a Nizza (Francia), in collaborazione con Gustave Eiffel

In Italia, a Bordighera dove ha soggiornato a lungo, è l'autore di:

  • La chiesa di Terrasanta
  • La scuola comunale (oggi Municipio)
  • Villa Bischoffsheim (oggi Villa Etelinda)
  • Villa Garnier (1872)
  • Villa Studio

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Andrea Folli, Gisella Merello, Charles Garnier e la riviera, Erga Edizioni, 2000
  • Massimiliano Savorra, Charles Garnier in Italia. Un viaggio attraverso le arti. 1848-1854, Il Poligrafo, Padova 2003 scheda libro

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]


Controllo di autorità VIAF: 41840486 LCCN: n87148328