Canale di Drake

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 58°34′49″S 62°54′34″W / 58.580278°S 62.909444°W-58.580278; -62.909444

Il Canale di Drake

Il canale di Drake (anche noto come passaggio di o stretto di Drake; in spagnolo: Pasaje de Drake o Paso Drake) è il nome dato al tratto di mare che separa capo Horn, l'estremità più meridionale dell'America Meridionale, dalle isole Shetland Meridionali, in Antartide, congiungendo il mar di Scotia, la parte sud-occidentale dell'oceano Atlantico, con la parte sud-orientale dell'oceano Pacifico.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il canale di Drake è stato chiamato così in onore di Francis Drake, la cui ultima nave, dopo aver passato lo stretto di Magellano, nel settembre 1578 fu spinta ancora più a sud, a dimostrazione dell'esistenza di un collegamento tra l'Atlantico e il Pacifico.

Un secolo prima questo canale era stato chiamato mar di Hoces da una flotta di navi spagnole che nel 1525, guidate da Francisco de Hoces, furono spinte a sud prima di entrare nello stretto di Magellano e ipotizzarono l'esistenza di questo canale.

Il primo a navigare nel canale di Drake fu invece l'esploratore olandese Willem Schouten nel 1616 a bordo della nave Eendracht, che diede anche il nome a capo Horn.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Profilo batimetrico con salinità e temperatura dell'acqua in superficie

Il canale è largo 645 km ed è situato ad una latitudine completamente priva di terre emerse; ciò permette alla Corrente Circumpolare Antartica di percorrere l'intero globo in modo ininterrotto, rendendolo uno dei tratti di mare più burrascosi dell'intero pianeta.

Note[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

geografia Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geografia