Calabuig

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Calabuig
Titolo originale Calabuch
Lingua originale spagnolo, italiano
Paese di produzione Spagna, Italia
Anno 1956
Durata 95 min
Colore bianco e nero
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Luis Garcia Berlanga
Soggetto Leonardo Martin (romanzo)
Sceneggiatura Leonardo Martin, Fiorentino Soria, Ennio Flaiano
Produttore Aquila Film (Spagna) e Costellazione Film (Italia)
Interpreti e personaggi
Premi
  • Premio Ocic a Venezia

Calabuig (titolo in spagnolo: Calabuch) è un film del 1956 diretto da Luis Garcia Berlanga, con Edmund Gwenn nel suo ultimo ruolo di attore nel cinema.

Il film è basato su un romanzo di Leonardo Martin, tra gli sceneggiatori. La colonna sonora è di Guido Guerrini.

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'anziano scienziato George Hamilton (Gwenn) si nasconde sotto falso nome in un paesino di pescatori della Catalogna, Calabuig, oppresso dalle sue responsabilità per aver contribuito allo sviluppo delle armi nucleari.

Nella semplice vita del paese, tra autorità che tengono i prigionieri in celle aperte, chiacchiere, giovani che vogliono fuggire, partite a scacchi, piccole occupazioni e piccole preoccupazioni amorose di paese ritrova il piacere della vita e la propria pace, mentre viene ritrovato e riportato da una intera flotta che lo rintraccia grazie alla sua foto sui giornali per aver costruito il fuoco d'artificio più bello della costa, che segna anche l'applicazione pacifica delle sue conoscenze.

Produzione e distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato distribuito in Italia il 28 settembre 1956, in Spagna con il titolo "Calabuch" il 1 ottobre 1956, e negli Stati Uniti il 7 ottobre 1958 con il titolo "The rocket from Calabuch".

È stato girato in co-produzione Spagna/Italia nel paese spagnolo Peñíscola.

Critica[modifica | modifica sorgente]

Il dizionario Mereghetti assegna al film un giudizio sintetico di 2½ stelle su un massimo di 4. Il film è definito "non superficiale pamphlet" di cui l'Autore rintraccia il richiamo alle idee di Rousseau sullo "stato di natura" come armonica dimensione sociale (la maestra si chiama Eloisa).

Il regista ha vinto il Premio OCIC al Festival del cinema di Venezia.

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema