Bălți

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Bălți
municipalità
Bălți
Bălți – Stemma Bălți – Bandiera
Bălți – Veduta
Dati amministrativi
Stato Moldavia Moldavia
Presidente Vasile Panciuc dal 2011
Territorio
Coordinate 47°45′N 27°54′E / 47.75°N 27.9°E47.75; 27.9 (Bălți)Coordinate: 47°45′N 27°54′E / 47.75°N 27.9°E47.75; 27.9 (Bălți)
Altitudine 59 m s.l.m.
Superficie 78 km²
Abitanti 144 300 (2012)
Densità 1 850 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 3100
Prefisso +373 231
Fuso orario UTC+2
ISO 3166-2 MD-BA
Targa BL
Localizzazione

Bălți – Localizzazione

Sito istituzionale

Bălți (pronuncia ˈbəltsʲ) in russo Бельцы, è una città della Moldavia, la terza del Paese per popolazione dopo Chișinău e Tiraspol con 127.651 abitanti al censimento 2004[1]

Bălți è il principale centro industriale, culturale, commerciale nonché hub di trasporti per tutto il nord della Moldavia, tanto da essere spesso identificata come "la capitale del Nord". All'epoca dell'Impero russo (1812-1917), e, in seguito, durante l'epoca sovietica (1940-1990) il nome era spesso trascritto come Beltsy, derivato dalla forma russa Бэлць.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

La città è situata nella parte settentrionale della Moldavia, 135 km a nord di Chişinău e sulle rive del fiume Răut, un affluente del Nistro, al centro di un'area collinare in passato coperta di foreste.

Bălți ha un territorio comprendente tre colline e due piccole valli. Come in tutto il nord della Moldavia la terra è molto fertile, con presenza in netta prevalenza della cosiddetta "terra nera", ideale per gli utilizzi agricoli. Il potenziale agricolo, d'altra parte, rappresenta una delle risorse più importanti del Paese. Inoltre, sempre nei pressi di Bălţi, vi sono cave di materiali utilizzati nell'industria edile.

I fiumi Răuţel, Copăceanca e Flămândă attraversano il territorio del comune e sfociano tutti nel Răut. Vi sono anche parecchi piccoli laghi: lago di Città, lago Komsolskoe, lago Kirpichnoe e lago Strâmba.

Il territorio comunale ha una superficie di 78,0 km², di cui 41,42 km² sono attribuibili al capoluogo, 9,81 km² al villaggio di Elizaveta (un sobborgo orientale), e 26,77 km² al villaggio di Sadovoe (un sobborgo nordoccidentale). Di questa superficie, una parte importante (20,11 km²) è occupata da terreno agricolo.

Alcune località della periferia recano traccia di differenti influenze occorse nei vari periodi storici da questa città, presentando dunque sia nomi russi che rumeni: Centru, Pământeni, Slobozia, Molodova, Bălţii Noi, Podul Chişinăului, Ţigania, Berestecico, Teioasa, Soroca. Alcune località sono conosciute con i nomi assunti nel periodo sovietico: sesto distretto, ottavo distretto, nono distretto. Altri sobborghi sono quelli di Microraion III e Dacia, che colloquialmente è denominato BAM, in riferimento alla Ferrovia Baikal Amur, БАМ in russo.

Clima[modifica | modifica sorgente]

Il massimo assoluto della temperatura registrato nella città è 38 °C, il minimo assoluto -32 °C. Ci sono 350 - 450 millimetri di pioggia annuale, principalmente durante l'estate e l'autunno. I venti provengono generalmente da nord-est o da nord-ovest con velocità di circa 2–5 m/s.

Toponimo[modifica | modifica sorgente]

La parola Bălți (in rumeno, al singolare “baltă") è traducibile letteralmente come "le paludi". Si pensa che la città sia stata chiamata così perché costruita in un'area umida.

Araldica[modifica | modifica sorgente]

Lo stemma e l'attuale bandiera di Bălți, sono stati elaborati da Silviu Tabac della Commissione Nazionale per l'Araldica, e sono stati adottati nell'aprile 2006 dal consiglio comunale.

Stemma[modifica | modifica sorgente]

L'elemento principale del blasone è uno scudo con dodici bande verticali alternate in argentato e blu. L'argento simboleggia l'acqua, il colore blu la terra. La combinazione di questi due colori simboleggia il nome moldavo della città, ("le paludi") dunque l'acqua e la terra.

Si vede sullo scudo un arciere in armatura moldava dell'epoca di Ştefan cel Mare. Gli abiti dell'arciere sono rossi, mentre l'attrezzatura militare è dorata. Questo soggetto è stato preso dal blasone della regione di Bălţi, nel quale simboleggiava, secondo i documenti ufficiali, "la vecchia guardia militare ed i combattimenti in questa regione della Moldavia".

Sopra lo scudo vi è una corona argentata costituita da un muro di una fortezza con sette merlature. Questo numero è lo stesso riservato a due sole altre località della Moldavia: Chişinău e Tiraspol. Tutte le altre città hanno diritto a sole tre o cinque merlature.

Lo scudo è sostenuto da due cavalli rampanti argentati. Il cavallo è un vecchio simbolo di questa città, nota per le sue antiche fiere equine. Il primo blasone di Bălţi (1826) era uno scudo con la testa di un cavallo. Sotto allo scudo è posta una banda con il motto in latino «CEDANT ARMA TOGAE» ("che le armi cedano il posto alle toghe").

Bandiera[modifica | modifica sorgente]

La bandiera è una combinazione di due bande orizzontali di due colori: argentata (superiore) e blu (inferiore). L'elemento principale si trova al centro della bandiera - lo scudo dello stemma cittadino con l'arciere nel mezzo.

Altri simboli[modifica | modifica sorgente]

Nei medioevo, l'arciere descritto era presente nello stemma della regione. Nel XIX secolo, lo stemma cittadino era rappresentato da una testa di cavallo. All'inizio del XX secolo, uno scudo con l'arciere, in piedi su una collina, con il sole e tre aste di giunco ha formato lo stemma della contea di Bălţi, mentre questi, con l'aggiunta dei cavalli rampanti costituivano lo stemma della città propriamente detta.

Cultura[modifica | modifica sorgente]

La vita notturna nel centro di Bălţi ruota principalmente attorno alla "piazza centrale Vasile Alecsandri", che è una delle più grandi in Europa. Con l'adiacente via Indipendenza, luogo preferito per la passeggiata dagli abitanti di Bălţi, la piazza forma un ampissimo spazio che ospita la gran parte delle manifestazioni pubbliche cittadine ed è sede anche di numerosi cafés e ristoranti con cucina internazionale (turchi, giapponesi).

Demografia[modifica | modifica sorgente]

In base ai dati del censimento, la popolazione è così divisa dal punto di vista etnico:[2]

Etnia Abitanti  %
Moldavi 66.877 52,43
Ucraini 30.288 23,74
Russi 24.526 19,22
Gagauzi 243 0,19
Bulgari 297 0,23
Rumeni 2.258 1,77
Altre etnie 3.072 2,41

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

La squadra principale della città è il Olimpia Bălți.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Popolazione al censimento 2004. URL consultato il 20 febbraio 2011.
  2. ^ composizione etnica dei comuni moldavi. URL consultato il 20 febbraio 2011.
  3. ^ città gemellate con Miercurea Ciuc dal suo sito ufficiale. URL consultato il 22 gennaio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Moldavia Portale Moldavia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Moldavia