Bârlad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Bârlad
comune
Bârlad – Stemma
Bârlad – Veduta
Localizzazione
Stato Romania Romania
Regione Coat of arms of Moldavia.svg Moldavia
Distretto Actual Vaslui county CoA.png Vaslui
Territorio
Coordinate 46°14′N 27°40′E / 46.233333°N 27.666667°E46.233333; 27.666667 (Bârlad)Coordinate: 46°14′N 27°40′E / 46.233333°N 27.666667°E46.233333; 27.666667 (Bârlad)
Superficie 14,56 km²
Abitanti 55 837 (2011)
Densità 3 834,96 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 731100
Fuso orario UTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Romania
Bârlad
Posizione del comune all'interno del distretto
Posizione del comune all'interno del distretto
Sito istituzionale

Bârlad è un municipio della Romania, che al censimento del 2011 aveva una popolazione di 55.837 abitanti [1], ubicato nel distretto di Vaslui, nella regione storica della Moldavia.

Al censimento del 2002 aveva una popolazione di 69.066 abitanti, corrispondente al numero di persone strettamente connesse alla delimitazione amministrativa della città. La popolazione appare in costante declino per il forte fenomemo dell'emigrazione, che contrassegna la città, la quale dagli anni '90 ha assistito ad un marcato calo del numeri d'abitanti, con un notevole decremento demografico, e comunque rimane il comune più grande e popoloso del ditretto di Vaslui, subito dopo il capoluogo distrettuale.

Un documento bizantino ed uno emesso dalla cancelleria papale nel XII secolo attestano l'esistenza di una Terra Berladensis situata nella parte meridionale della Moldavia, mentre il primo documento che cita un mercato di nome Bârlad fu emesso dal Principe Alexandru cel Bun nel 1401.

Bârlad, fino alla costituzione del regime comunista in Romania, è stato parte del distretto di Tutova, e nel 1950, diventa "Regione di Bârlad", una delle 15 regioni che formavano la Repubblica popolare di Romania. A quel tempo solo Suceava, Iași, Bacau, Galati in Moldavia godevano, accanto a Bârlad, dello status di città regionale. Successivamente, Bârlad perde il suo status di città regionale, divenendo centro amministrativo nella regione di Iași. La nuova ripartizione amministrativa della Romania, realizzata dopo l'anno 1968, pone la città di Bârlad nel distretto di Vaslui.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Bârlad è situata geograficamente in prossimità della intersezione del 46 ° parallelo latitudine nord con il meridiano di 27° longitudine est. Nei ranghi del paese orientale. L'unità fisico-geografica dell'Altopiano della Moldavia, è situata nella zona di contatto tra le colline Fălciu est e le colline Tutovei a ovest. Si trova nella valle dell'omonimo fiume Barlad. La zona è la confluenza di diverse valli: la valle orientale Popeni con Trestiana e Jăravăţului; Horoiata a nord, il fiume Tutova a nord-ovest e altri. Lungo tutte le valli ci sono strade che consentono buoni collegamenti con la città e gli insediamenti circostanti notevole distanza: il fiume Prut, il Danubio Inferiore, Siret. L'altitudine massima dell'area urbana è di 172 m, e la minima di 89 m.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Le temperature dell'aria, sistematicamente rsgistrate dal 1896 dalla locale stazione meteo, mostrano i seguenti valori medi: la temperatura media annuale è di 9,8 °C, con una media a luglio di 21,4 °C e una a gennaio di -3,6 °C. Come valori estremi registrati dalla stazione locale, figurano un 39.7 °C (rilevato il 30 luglio 1936) e un minimo di -30,5 °C (raggiunto il 25 gennaio 1942).

Rilievo[modifica | modifica wikitesto]

Bârlad occupa una parte importante del letto del fiume omonimo, su una superficie di 1.456 ettari, di cui 1.028 ettari è terreno per la costruzione. I valori della quota massima delle colline vicino alla città di Dealul Crângului registrati, 311 m (a ovest) e Dealul Mare, 264 m (est). Regione è stata a lungo considerata come risorse non in grado di sviluppare e mantenere una ricerca economicamente rilevanti geologico condotto nella zona, ma hanno anche messo in evidenza le risorse: gli idrocarburi (principalmente con gas) che si trovano nelle colline Tutovei, vicino al villaggio Glăvăneşti, ghiaia (come materiale da costruzione) di Bălăbăneşti (Cândeşti) che sono nel plateau Covurluiului, e argilla leossoide lehmuri (per le costruzioni in mattoni) Strati acquiferi (con un elevato grado di mineralizzazione, che potrebbe essere utile trattamento terapeutico), la profondità dell'acqua (ottime fonti di acqua potabile).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Antichità[modifica | modifica wikitesto]

Le ricerche archeologiche nell'area della città, hanno rivelato tracce di attività artigianali, come la riduzione del minerale di ferro e suoli ferruginosi di ottenere ferro dal ferro locale da cui sono stati fatti vari oggetti in officine specializzate e di alcuni attrezzi agricoli, risalente al XI - XII. Ma in tutta l'area della città sono stati catturati e le tracce delle attività per l'ottenimento e lavorazione del ferro, molto più antica, da secoli IV - V. In occasione del regolamento stesso è stato scoperto il più grande centro di lavorazione artigianale corna in Sud Europa orientale, risalente al periodo stesso. Oltre le tracce di antiche civiltà sono state individuate in funzione del raggio della città, indicando un alto livello di sviluppo dal 7000 anni fa.

Periodo medievale[modifica | modifica wikitesto]

Un intenso sviluppo socio-economico del primo insediamento, che divenne il centro del sistema statale medievale politico-amministrativo che scaturisce conosciuto come il paese Berladnicilor tempo (Berladensis Terra ", come risulta in alcune fonti bizantine e di alcuni atti di cancelleria pontificia).

La prima voce è datato 1174 documentario Barlad City, il centro di partiti politici locali che comprendeva il centro e il sud della Moldova. Alcuni storici concordano sul fatto che erroneamente tale dicitura si riferisce a Barlad. [Citazione necessaria]

Un altro importante documento è rilasciato dal Principe Alexandru cel Bun, attestante la fiera che ha dato doganali Barlad, leale e manutenzione Monastero Bistrita. Precoce comparsa della fiera a causa della sua collocazione al crocevia delle rotte commerciali che collegano centro e del nord della Moldavia con Bisanzio e il mondo orientale.

Il fatto che questo posto è una forte attività economica e la delegazione commerciale di bârladeni mercanti spiegare la presenza della grande chiesa del 1418 Congresso tenutosi in Svizzera, come il Congresso ha dichiarato che il documento noto come "Contizilium Buch.

Al momento di Stefano il Grande è anche il residente Barlad Governatore Moldavia Paesi Bassi. Tutto questo ha funzionato temporaneamente e cancelleria regola dove Stefano il Grande, sovrano della Moldavia, rilasciato alcuni documenti. Dopo la Battaglia di Vaslui 1475, Stefano il Grande decise di costruire una fortificazione di terra in Barlad, situata nella pianura alluvionale del fiume Barlad dover fermare il ruolo strategico delle truppe turche nel loro cammino verso il centro della Moldavia. Essere nel mezzo della Moldavia Paesi Bassi, l'invasione tartara asse, è stata saccheggiata e bruciata li negli anni 1440, 1444 e 1450.

In epoca medievale, a seguito di dure condizioni storiche e geografiche, periodo Barlad ha visto i progressi, il periodo di decadenza e di declino a causa di frequenti incursioni militari dei Tartari, i Turchi, cosacchi, polacchi, ecc. Intercettazione da parte dei turchi dopo la conquista di Costantinopoli (1453) il commercio internazionale della strada grande passaggio che collega il nord-ovest della Moldavia orientale e passante per Barlad-Leopoli-Iași-Galati-Cile e White Castle hanno a lungo ostacolato lo sviluppo economico e commerciale la città. Nel 1758 lo spettacolo è stato sommerso di più di 100.000 tatari di Crimea, che scrive di contemporanea invasione Daponte che è stato poi in padalniciunile Scienza descrivere e fatto beffe dei Tatari di Barlad che è stato saccheggiato e bruciato completamente.

Il XIX secolo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1802 il grande terremoto, documenti registrati, la città distrutta monumenti antichi, alcuni dei quali deve essere ricostruito da zero. Le catastrofi sono state ripetute più volte nel corso degli anni si conclude con il grande terremoto del 1940 che ha distrutto metà degli edifici della città. Nel 1822 è stato bruciato e saccheggiato dai Turchi dopo la rivolta Eterist (combattenti per l'indipendenza greca), che hanno voluto moldavi, e nel 1826 una parte della fiera è divorato da un indendiu potente. Con tutte queste vicissitudini, nella seconda metà del Settecento e gli inizi del secolo Dell'Ottocento e rifornito la città si costruisce, riprendendo il suo posto e la creazione di un centro commerciale e dei suoi locali per il futuro sviluppo socio-economico.

Rivoluzione del 1848 ha aperto un nuovo capitolo nella storia di Barlad. idee rivoluzionarie che ha afflitto l'Europa per tutto il centro e ha trovato una vasta eco e tra bârlădenilor. Così, alla vigilia della rivoluzione del 1848 in Barlad sorge "Associazione Patriottica", che erano davanti Alexandru Ioan, Lambrino Iordache, Gheorghe Sion, Ion Cuza Cuza Gregory e altri, il cui principale scopo era sociale e politica trasformazioni e le specifiche Moldavia obiettivo finale l'unificazione della Moldavia con la rumena Paese.

Amministrazione del sindacato è stato l'obiettivo della lotta che ha ispirato le masse, guidato dagli elementi più progressisti trovati in Barlad tra cui: Manolache Costache Epureanu, Iorgu Radu, John Smith e altri che hanno creato l'atmosfera che ha portato alla doppia elezione Cuza principe Al.I, "figlio di Barlad. Nato nel "Mahala Gios Fair" (ora la strada. I. Cuza) su "Fishers Bridge", il 12 settembre 1818 come previsto dal righello diploma di maturità laurea, rilasciato dall'Università di Parigi 21 novembre 1836. Dopo la somministrazione dell'Unione nel 1859 e la città sta vivendo uno sviluppo su più livelli con le altre città.

Urbanizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la prima guerra mondiale, secondo la comune documenti, zona residenziale di 793,76 ettari, è Barlad, con piccole modifiche, è stato conservato fino al 1932. A seguito della grande alluvione di quell'anno, sono stati colpiti i distretti stazione e caserma. Ora gradualmente organizzare un nuovo quartiere chiamato Deal, tra il centro e il cimitero di "Eternity". Edilizia residenziale Fondo era rappresentata dal modesto, realizzati con tecniche tradizionali (argilla e rotoli), con un unico livello e ben pochi dei murarie antiche. Le zone periferiche sono stati più ampi giardini e alberi di rifugio, viti, ortaggi, erbe aromatiche e molti strati di fiori. La zona centrale era la più alta densità abitabile. Qui si trovavano i principali edifici politici e amministrativi, culturali, unità commerciali, di credito, ecc. I 45 edifici che erano uno o due livelli, si trovavano per lo più in High Street, ora Royal. All'inizio del XX secolo, ingegnere George T. Negruta progettato il primo piano di Barlad punto di riferimento, considerato molto favorevole per gli specialisti. Il piano deve indicare i limiti della città, la rete di strade ed edifici, che costituiscono un elemento importante della guida tecnica. Si presume che ci fosse un piano sistematico della città, disegnata dall'ingegnere Davidescu 1920, ma non è stato mantenuto. Su questa base si ritiene che le grandi edifici erano situati nella zona centrale della città: National City Bank e altri. High Street (Royal) Caserma estendeva dal Giardino Pubblico, che attraversa la città su una lunghezza di circa 4 km, è pavimentata con ciottoli di granito, di fronte al Giardino Pubblico è asfalto.

Punti di interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • National College "Gh Codreanu Rosca "Barlad
  • National College "Gh Rosca Codreanu "
  • Museo Vasile Parvan "
  • Fortezza di terra nel 1476 - il fondatore: Stefan cel Mare
  • Teatro I. V. Popa
  • Planetario
  • Zoo
  • "San Giorgio" (1496) (fondatore nel 1636: Vasile Lupu)
  • Chiesa del Voievozi Santo "
  • Chiesa di San Demetrio "
  • Chiesa di San Spiridione e Annunciazione "(1825)
  • Chiesa e san Paraskevi Vovidenia "
  • Casa Cuza
  • Casa Sturdza
  • Casa Tuduri
  • Casa di Bubbly
  • Casa Silvian
  • Casa Sutu
  • Casa Rossa
  • Casa Gheorghe Gheorghiu Dej
  • Student Club
  • Mostra Pavilion "Guguianu Marcel;
  • Edificio ex banca "Risveglio"
  • statua di Codreanu Gheorghe Rosca.
  • Sinagoga
  • Casa Memorial sergente Vlad Buhusi

Personalità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ^ a b c Rezultatele finale ale Recensământului din 2011: „Tab8. Populația stabilă după etnie – județe, municipii, orașe, comune”. Institutul Național de Statistică din România. iulie 2013. Accesat la 5 august 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Romania Portale Romania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Romania