August Rei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
August Rei
August Rei

August Rei


Riigivanem
Anziano Capo di Stato dell'Estonia
Durata mandato 4 dicembre 1928 –
9 luglio 1929
Predecessore Jaan Tõnisson
Successore Otto Strandman

Presidente dell'Estonia
(facente funzione, in esilio)
Durata mandato 9 gennaio 1945 –
29 marzo 1963
Predecessore Jüri Uluots
Successore Aleksander Warma

Dati generali
Partito politico Eesti Sotsialistide-Revolutsionääride Partei- Partito Socialdemocratico
Alma mater Università di San Pietroburgo
Università di Tartu

August Rei (Kõo, 22 marzo 1886Stoccolma, 29 marzo 1963) è stato un politico, giornalista e diplomatico estone.

Socialdemocratico, nacque nella località di Pilistvere Kõo, Contea di Viljandi, in quegli anni nel Governatorato della Livonia, una Gubernija dall'Impero Russo. Fu un menscevico estone, membro del Maapäev e Presidente dell'Assemblea costituente estone, dal 1917 al 1920

È stato il nono Primo Ministro e Riigivanem (Anziano dello Stato - Capo di Stato) dell'Estonia, dal 4 dicembre 1928 al 9 luglio 1929 ed ambasciatore in Unione Sovietica: dal 1938 al giugno 1940. Durante l'occupazione sovietica dovette rifugiarsi in Svezia, da dove è stato poi facente funzione di Presidente dell' Estonia, in esilio dal 9 gennaio 1945 al 29 marzo 1963.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Rei studiò al ginnasio Imperatore Alessandro a Tartu, (che era la principale istituzione pubblica del Governatorato della Livonia), ma si diplomò al Liceo di Novgorod. Tra il 1904-1905 e il 1907-1911, frequentò la facoltà di Legge all'Università di San Pietroburgo.

Gli esordi alla vita politica[modifica | modifica sorgente]

Tra il 1905 e il 1907, Rei partecipò alla Rivoluzione Russa del 1905. Nel 1906, egli curò l'edizione clandestina del giornale estone Sotsiaaldemokraat (il Socialdemocratico), a Tallinn. Tra il 1912 ed il 1913, svolse la leva militare obbligatoria. Nel 1913-1914, lavorò come avvocato a Viljandi. Tra il 1914 e il 1917, Rei fu un ufficiale di artiglieria nella Prima guerra mondiale, arruolato di stanza a San Pietroburgo.

Tra il 1917 e il 1918 fece parte delle unità dei Corpi d' Armata estone, che si formarono dopo la Rivoluzione Russa del 1917, su iniziativa di politici estoni, che conquistarono la possibilità di concentrare soldati di etnia estone.

Fu vicepresidente del Comitato Supremo dei Militari Estoni. Tra il 1917 e il 1919 collaborò come Capo redattore al giornale estone Sotssiaaldemokraat (il Socialdemocratico). Nel 1927 - 1928 fu il redattore del giornale Rahva Sona, (Parola della Gente). Rei fu uno dei leader della fazione moderata del Movimento Social-Democratico dell'Estonia. Dal 1936 egli lavorò anche come avvocato e difese Ado Birk nel 1927. Ciò gli valse la laurea Ad-onorem in Legge all'Università di Tartu.

Ultimo ambasciatore dell'Estonia in Unione Sovietica, con l'avvento dell'occupazione sovietica nel 1940, dovette fuggire in Svezia.

La Carriera[modifica | modifica sorgente]

Pubblicazioni letterarie[modifica | modifica sorgente]

Rei scrisse e tradusse documenti socialisti in estone, e pubblico delle memorie.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Croce della Libertà per il servizio civile di I Classe - nastrino per uniforme ordinaria Croce della Libertà per il servizio civile di I Classe
— 1920
Cavaliere di I Classe dell'Ordine della Croce dell'Aquila - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine della Croce dell'Aquila
— 1930

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Have the Baltic countries voluntarily renounced their freedom : [an exposé based on authentic documentary evidence] di August Rei. New York : World Association of Estonians, 1944 (EN) (in italiano: I Paesi baltici hanno volontariamente rinunciato alla loro libertà?)
  • Have the small nations a right to freedom and independence? (in italiano:Le piccole nazioni hanno il diritto di libertà e d' indipendenza?) a cura di August Rei. London: Boreas, 1946 (EN)
  • The drama of the Baltic peoples (in italiano: Il dramma dei popoli baltici) di August Rei; prefazione di Eugene Lyons. Stockholm: Vaba Eesti, 1970 (Åbo: Sydvästkusten) (EN)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Primo Ministro - Anziano Capo di Stato (Riigivanem) Successore Flag of Estonia.svg
Jaan Tõnisson 4 dicembre 1928 - 9 luglio 1929 Otto Strandman


Controllo di autorità VIAF: 10860024 LCCN: no/2002/007416