Archegosaurus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Archegosaurus
Stato di conservazione: Fossile
Periodo di fossilizzazione: Permiano
ArchegosaurusDB3.jpg
Ricostruzione di Archegosaurus decheni
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Amphibia
Ordine Temnospondyli
Sottordine Euskelia
Superfamiglia Archegosauroidea
Famiglia Archegosauridae
Genere Archegosaurus
Goldfuss, 1847
Specie
  • A. decheni
  • A. dyscriton

Archegosaurus Goldfuss, 1847 è un genere estinto di anfibi, appartenente ai Temnospondyli, vissuto nel Permiano inferiore (tra 300 e 260 milioni di anni fa). I suoi resti fossili sono stati rinvenuti in Germania.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dipinto di Archegosaurus del 1920

Molto importante nella storia della paleontologia, l’archegosauro è stato uno dei primi anfibi fossili a venire descritti. I resti di questo animale comprendono almeno una novantina di scheletri parziali, inclusi molti crani, rinvenuti in Germania. Il corpo di questo animale era piuttosto allungato, così come la testa; per queste caratteristiche dalla forma idrodinamica si ritiene che l’archegosauro fosse un animale acquatico o semiacquatico. Era un essere lungo poco più di un metro, che predava pesci e altri animali acquatici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Archegosaurus in Fossilworks. URL consultato il 23 gennaio 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]