Anubis (cifrario)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anubis
Generale
Progettisti Vincent Rijmen, Paulo Barreto
Prima pubblicazione 2000
Derivato da Rijndael
Dettagli
Dimensione chiave da 128 a 320 bit, con incrementi di 32 bit
Dimensione blocco 128 bit
Struttura Rete a sostituzione e permutazione
Numero di passaggi almeno 12 (per chiavi da 128 bit), più 1 per ogni 32 bit aggiuntivi della chiave

Anubis è un cifrario a blocchi sviluppato da Vincent Rijmen e Paulo Barreto come candidato del progetto NESSIE. Anubis opera su blocchi di dati di 128 bit ed accetta chiavi di lunghezza 32N (con N=4..10). L'algoritmo non è soggetto a brevetti ed è liberamente utilizzabile. Anubis è una variante del Rijndael.

L'algoritmo usa le stesse operazioni sia per la cifratura che per la decifratura: questo permette implementazioni molto compatte a livello software ed a basso costo a livello hardware.

Ci sono due versioni del cifrario Anubis: la versione originale utilizza una S-box pseudo-casuale, mentre la seconda, denominata tweaked ed ottimizzata per le implementazioni in hardware, utilizza una struttura ricorsiva basata su 2 mini S-box denominate P-Box e Q-box precalcolate.

Il nome Anubis deriva dall'omonimo dio della mitologia egizia, signore della morte, delle tombe e dell'imbalsamazione, che gli autori dell'algoritmo hanno eletto anche a signore della cifratura: essi hanno scherzosamente dichiarato che chi violerà il cifrario sarà maledetto.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Riferimenti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

crittografia Portale Crittografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di crittografia