Ansaldo STS

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ansaldo STS S.p.A.
Logo
Stato Italia Italia
Tipo Società per azioni
Borse valori Borsa Italiana: STS
Fondazione 2006
Sede principale Genova, via Mantovani 3/5
Persone chiave
  • Sergio De Luca, presidente
  • Domenico Braccialarghe, vicepresidente
  • Stefano Siragusa, amministratore delegato
Settore Holding
Fatturato Green Arrow Up.svg1.256.419 milioni (2013)
Risultato operativo Green Arrow Up.svg 118,093 milioni (2013)
Utile netto Green Arrow Up.svg 74,8 milioni (2013)
Dipendenti 4000 circa (2013)
Slogan «Move with us»
Sito web www.ansaldo-sts.com

Ansaldo STS S.p.A. è una società per azioni italiana, costituita nel 1995, operativa con l'attuale denominazione e struttura dal 2006 ed avente come attività quella di holding finanziaria a capo di un gruppo di società operanti nel settore dei sistemi di trasporto ferroviari e metropolitani.

La società è quotata presso la Borsa valori di Milano (Codice Isin: IT0003977540 Codice Alfanumerico: STS).

Ansaldo STS è leader mondiale nel settore dei sistemi di segnalamento: infatti, è il produttore del 56% dei sistemi di segnalamento delle Linea Alta Velocità presenti nel mondo (Giappone escluso)[1][2][3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini del Gruppo risalgono al 1853 con la costituzione della società Giovanni Ansaldo e C., che inizia ad operare nel settore della fabbricazione di veicoli e strutture per il trasporto ferroviario.
Attraverso numerosi passaggi, l'attività veniva successivamente proseguita da diverse società, fino a giungere ad una Italtrafo S.p.A., operativa fino al 1980, anno in cui viene incorporata dalla Ansaldo Trasporti S.p.A., società costituita da pochi mesi quale joint-venture tra Finmeccanica S.p.A. ed Ansaldo S.p.A.. Alla Ansaldo Trasporti viene inoltre trasferita l'attività relativa ai trasporti elettrificati della stessa Ansaldo S.p.A.
Lo sviluppo della Ansaldo Trasporti procede negli anni attraverso una politica di acquisizioni internazionali; in particolare:

  • nel 1988 acquisisce la società americana Union Switch & Signals, nata nel 1883 dall'unione di tre importanti società del settore dei sistemi di trasporto;
  • nel 1989 acquisisce il 49% della società francese Compagnie des Signaux et d'Entreprises Electriques, nata come Compagnie des Signaux pour Chemins de Fer nel 1902; l'acquisizione del restante 51% verrà effettuata nel 1996.

Nello stesso 1996 viene costituita una holding olandese denominata Ansaldo Signal N.V., a cui vengono conferite le partecipazioni nelle società attive nel settore del segnalamento ferroviario.

Nel 2001 Ansaldo Trasporti viene incorporata da Finmeccanica, che si trova pertanto a detenere il 100% di Ansaldo Signal N.V., di Ansaldo Trasporti - Sistemi Ferroviari S.p.A., società costituita nel 2001 a cui era stato conferito il settore sistemi, e di Ansaldobreda S.p.A., che aveva ricevuto il settore di costruzione dei veicoli ferroviari.

Dall'altro lato, nel 1996 Finmeccanica aveva acquisito, nell'ambito dell'incorporazione di Alenia Spazio S.p.A., il 100% della società S. I.C. Società Italiana Comunicazioni s.r.l., che viene poi ridenominata EuroSkyway s.r.l. e posta in liquidazione il 19 aprile 2005. Il 21 novembre successivo la procedura di liquidazione veniva revocata e quindi, il 29 novembre, la società viene trasformata in società per azioni ed assume la denominazione attuale Ansaldo STS (Signalling and Transportation Solutions) S.p.A.

Ultima operazione, che conduce all'assetto attuale, è il conferimento da parte di Finmeccanica alla società delle partecipazioni di controllo di Ansaldo Signal N.V. e Ansaldo Trasporti Sistemi Ferroviari S.p.A., avvenuto, in vista della quotazione in Borsa, il 24 febbraio 2006.

Nel 2006 Ansaldo STS si è aggiudicata, attraverso International Metro Service S.r.l. (51% ATM S.p.A., 49% Ansaldo STS S.p.A.), per 122 milioni di euro la gestione e la manutenzione della Metropolitana di Copenaghen per i prossimi tre anni, dopo che nel 1996 aveva vinto l'appalto per la sua costruzione.

Nel 2013 Ansaldo STS, Salini-Impregilo, Bombardier, Nesma e Larsen & Toubro si sono aggiudicati una commessa dal valore di sei miliardi di euro per la realizzazione della Linea 3 della Metropolitana di Riyad: è la più grande commessa affidata a imprese italiane[4][5][6].

Dati legali ed iscrizioni[modifica | modifica wikitesto]

Denominazione: Ansaldo STS S.p.A.

Sede legale: Via Mantovani 3/5 - 16100 Genova

Codice Fiscale: 01371160662

Consiglio d'amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

  • Presidente: Sergio De Luca
  • Vicepresidente: Domenico Braccialarghe
  • Amministratore delegato e Direttore Generale: Stefano Siragusa
  • Consigliere: Giovanni Cavallini
  • Consigliere: Giulio Gallazzi
  • Consigliere: Alessandra Genco
  • Consigliere: Paola Pierri
  • Consigliere: Barbara Poggiali
  • Consigliere: Bruno Pavesi[7]

Principali azionisti[modifica | modifica wikitesto]

  • Finmeccanica S.p.A. - 40%
  • Altrinsic Global Advisors LLC - 2,092%

(Dato aggiornato al 2 ottobre 2012)[8]

Principali partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • ANSALDO STS AUSTRALIA PTY LTD - Australia - 100%
  • ANSALDO STS SWEDEN AB - Svezia - 100%
  • ANSALDO STS FINLAND OY- Finlandia 100%
  • ANSALDO STS UK LTD - Regno Unito 100%
  • ANSALDO STS IRELAND LTD - Irlanda 100%
  • ACELEC Société par actions simplifiée - Francia 100%
  • ANSALDO STS ESPANA SA - Spagna 100%
  • ANSALDO STS BEIJING LTD - Cina 80%
  • ANSALDO STS HONG KONG LTD - Cina 100%
  • ANSALDO STS FRANCE Société par actions simplifiée - Francia 100%
  • UNION SWITCH & SIGNAL INC - USA 100%
  • ANSALDO STS MALAYSIA SDN BH - Malesia 100%
  • ANSALDO STS CANADA INC - Canada 100%
  • ANSALDO STS USA INC - USA 100%
  • ANSALDO STS USA INTERNATIONAL CO - USA 100%
  • ANSALDO STS USA INT. PROJECTS C - USA 100%
  • ANSALDO STS TRANSPORTATION SYSTEMS INDIA PVT LTD - India 100%
  • ANSALDO STS DEUTSCHLAND GMBH - Germania 100%
  • ANSALDO RAILWAY SYSTEM TRADING(BEIJING) Ltd - Cina 100%
  • ANSALDO STS-SINOSA RAIL SOLUTIONS SOUTH AFRICA (PTY) LTD - Sud Africa 51%
  • ANSALDO STS SOUTHERN AFRICA PTY LTD - Botswana 100%

Le partecipazioni indicate sono al 31 dicembre 2012.

Struttura del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

  • Unità Signalling: sistemi di segnalamento ferroviario e metropolitano
  • Unità Transportation Solutions: armamento, segnalamento, alimentazione, telecomunicazioni e veicoli di un sistema di trasporto

Dati economici e finanziari[modifica | modifica wikitesto]

2006[modifica | modifica wikitesto]

Dal bilancio al 31 dicembre 2006, il gruppo Ansaldo STS ha un capitale investito consolidato di circa 950 milioni di Euro, con un patrimonio netto di 126,6 milioni di Euro, un fatturato consolidato di circa 810 milioni di Euro ed un utile netto consolidato di 43,2 milioni di Euro.

Per quanto riguarda la sola capogruppo, il capitale investito ammonta a circa 338,5 milioni di Euro, con un patrimonio netto di 117,7 milioni di Euro, un fatturato di 7,2 milioni di Euro (praticamente soltanto servizi forniti alle controllate) ed un utile netto di circa 18,2 milioni di Euro, grazie in particolare ai dividendi erogati dalle controllate per oltre 34 milioni di Euro.

Al 31 dicembre 2006 il gruppo Ansaldo STS occupava 3.962 dipendenti, di cui 29 in organico alla capogruppo.

2008[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo Ansaldo STS ha ottenuto nel 2008, ricavi per 1,10 miliardi di euro, EBIT di 117,56 milioni e utili per 77,59 milioni. Il patrimonio netto è di 238,72 milioni, posizione finanziaria netta negativa per 195,87 milioni, con 213 milioni di debiti commerciali.

Ansaldo STS ha ottenuto 18,26 milioni di euro di ricavi, EBIT negativo di 7,48 milioni, utili per 7,6 milioni. Il patrimonio netto ammonta a 147,96 milioni di euro, il capitale investito a 459,40 milioni, partecipazioni per 87,10 milioni, debiti finanziari per 289,05 milioni, posizione finanziaria netta di 17,83 milioni. Allo Stato e alla Regione ha versato 28,88 milioni di IRES e 6,88 milioni di IRAP.

I dipendenti sono 4.352, di cui 75 in organico alla capogruppo.

2012[modifica | modifica wikitesto]

Ansaldo Sts ha annunciato di aver chiuso l’esercizio 2012 con ricavi per 1.24 miliardi (il 58% da Signalling, il 42% da Transportation Solutions), EBIT di 117.07 milioni, utili per 75.69 milioni.

469.16 milioni di patrimonio netto, 4100 dipendenti, di cui 1583 in Italia (a Genova, Napoli, Torino e Tito Scalo).

51.06 milioni il valore delle sue attività immateriali.

Nel 2012 gli ordini acquisiti sono stati pari a 1.492,3 milioni, il 31% in meno rispetto all’anno precedente (2.163,7 milioni), "caratterizzato –si legge nella nota diffusa dalla società- dall’eccezionale ordine relativo alla metropolitana di Honolulu, acquisito alla fine del 2011”. A fine 2011 il portafoglio ordini ammonta a 5.683,3 milioni, contro i 5.452,8 milioni dello stesso periodo dell’esercizio precedente.

"Nel più ampio contesto di crisi internazionale, e di un mercato ancora caratterizzato dalla riduzione degli investimenti, particolarmente evidente in alcune aree geografiche, e dalla conseguente crescita della competizione e tensione sui prezzi, l’esercizio appena chiuso è da considerarsi chiaramente positivo ed in linea con le attese”, ha dichiarato Sergio De Luca, Amministratore Delegato della società.

Il Cda ha deciso di proporre all’Assemblea degli Azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,18 euro per azione (da 0,175 euro, stacco e pagamento il 20 e 23 maggio).

Prospettive Per quanto riguarda i prossimi mesi, "la presenza consolidata nei paesi con indici attesi di crescita superiori alla media (Asia, Medio Oriente, Nord America e Australia) e la consolidata leadership tecnologica, sono gli elementi a sostegno delle buone aspettative per il futuro”.

Nel 2013 gli ordini acquisiti sono attesi nella forbice 1,5-1,7 miliardi, il portafoglio ordini è stimato a 5,8-6,1 miliardi e i ricavi a 1,25-1,35 miliardi.

Dimissioni di Pansa Nel corso del Cda, Alessandro Pansa ha rassegnato le dimissioni dalla carica di Presidente e membro del Consiglio "in ragione della nuova carica di Amministratore Delegato di Finmeccanica […] che si è aggiunta alla carica di Direttore Generale dallo stesso ricoperta all’interno della capogruppo e del conseguente maggior impegno richiesto”.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ansaldo-sts.com
  2. ^ finanzaworld.it
  3. ^ corriere.it
  4. ^ corriere.it
  5. ^ unita.it
  6. ^ repubblica.it
  7. ^ Sito Consob. URL consultato il 13 maggio 2014.
  8. ^ Azionisti rilevanti di ANSALDO STS SPA, Consob. URL consultato il 03-02-10.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia