Italtrafo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Italtrafo
Stato Italia Italia
Tipo S.p.A.
Fondazione 8 ottobre 1970 a Napoli
Chiusura 1980
Sede principale Napoli
Gruppo IRI-Finmeccanica
Settore Trasporto
Prodotti fabbricazione di strutture per il trasporto ferroviario e nel settore elettromeccanico
Note fusa per incorporazione nella Ansaldo Trasporti

Italtrafo SpA era una azienda italiana operante nel settore della fabbricazione di strutture per il trasporto ferroviario e nel settore elettromeccanico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu costituita l'8 ottobre 1970 con sede in Napoli con il nome di Scmm - Società costruzioni meccaniche meridionali SpA, fino al 29 dicembre dello stesso anno quando assunse la denominazione di Italtrafo SpA. Venne fusa per incorporazione nella Ansaldo Trasporti nel 1980. Era una società facente parte del gruppo IRI-Finmeccanica.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

In Italtrafo confluirono le attività elettromeccaniche acquisite dall’EFIM, di tutte le produzioni di trasformatori elettrici (costruzione, riparazione, acquisto e vendita). Produceva anche motori, apparecchi di misurazione, quadri elettrici, impianti di produzione, trasformazione e distribuzione di energia elettrica. Inoltre, era attiva anche nell'ambito della costruzione e riparazione dei materiali delle industrie meccaniche, metallurgiche ed elettriche.

La società era anche una dei costruttori della Locomotiva FS E.656.