Italtrafo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Italtrafo
Stato Italia Italia
Tipo S.p.A.
Fondazione 8 ottobre 1970 a Napoli
Chiusura 1980
Sede principale Napoli
Gruppo IRI-Finmeccanica
Settore Trasporto
Prodotti fabbricazione di strutture per il trasporto ferroviario e nel settore elettromeccanico
Note fusa per incorporazione nella Ansaldo Trasporti

Italtrafo SpA era una azienda italiana operante nel settore della fabbricazione di strutture per il trasporto ferroviario e nel settore elettromeccanico.

Storia[modifica | modifica sorgente]

È stata costituita l'8 ottobre 1970 con sede in Napoli con il nome di Scmm - Società costruzioni meccaniche meridionali SpA, fino al 29 dicembre dello stesso anno quando assunse la denominazione di Italtrafo SpA. È stata fusa per incorporazione nella Ansaldo Trasporti nel 1980. Era una società facente parte del gruppo IRI-Finmeccanica.

Attività[modifica | modifica sorgente]

In Italtrafo confluirono le attività elettromeccaniche acquisite dall’ EFIM, di tutte le produzioni di trasformatori elettrici (costruzione, riparazione, acquisto e vendita). Produceva anche motori, apparecchi di misurazione, quadri elettrici, impianti di produzione, trasformazione e distribuzione di energia elettrica. Inoltre, era attiva anche nell'ambito della costruzione e riparazione dei materiali delle industrie meccaniche, metallurgiche ed elettriche.

La società era anche una dei costruttori della Locomotiva FS E.656.