Andrew Brunette

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrew Brunette
AndrewBrunette.jpg
Dati biografici
Nazionalità Canada Canada
Altezza 185 cm
Peso 96 kg
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex ala sinistra)
Tiro Sinistro
Squadra Minnesota Wild Minnesota Wild
Ritirato 2013 - giocatore
Carriera
Periodo Squadra PG G A Pt
Giovanili
1990-1993 Owen Sound Attack Owen Sound Attack 208 141 173 314
Squadre di club0
1993-1994 Providence Bruins Providence Bruins 3 0 0 0
1993-1998 Washington Capitals Washington Capitals 68 19 25 44
1993-1994 Hampton R. Admirals Hampton R. Admirals 27 19 24 43
1993-1998 Portland Pirates Portland Pirates 311 126 259 385
1998-1999 Nashville Predators Nashville Predators 77 11 20 31
1999-2001 Atlanta Thrashers Atlanta Thrashers 158 38 71 109
2001-2004 Minnesota Wild Minnesota Wild 263 61 116 177
2005-2008 Colorado Avalanche Colorado Avalanche 264 78 144 222
2008-2011 Minnesota Wild Minnesota Wild 244 65 92 157
2011-2012 Chicago Blackhawks Chicago Blackhawks 84 13 15 28
NHL Draft
1993 Washington Capitals Washington Capitals 174a scelta ass.
Allenatore
2014- Minnesota Wild Minnesota Wild Asst. Coach
0 Dati relativi al campionato e ai playoff.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 10 luglio 2014

Andrew Brunette (Greater Sudbury, 24 agosto 1973) è un ex hockeista su ghiaccio e allenatore di hockey su ghiaccio canadese.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Brunette debuttò nella Ontario Hockey League vestendo la maglia degli Owen Sound Platers per tre stagioni dal 1990 al 1993, totalizzando 295 punti in 195 partite giocate, conquistando nell'ultima stagione il titolo di capocannoniere della lega, l'Eddie Powers Memorial Trophy, grazie a 162 punti in 66 incontri. Fu scelto nel 1993 dai Washington Capitals al settimo giro, in 174a posizione assoluta.[1]

Dopo essere stato selezionato al Draft NHL nella stagione 1993-1994 disputò alcuni incontri con gli Hampton Roads Admirals in ECHL, prima di trasferirsi in American Hockey League presso i Providence Bruins e i Portland Pirates. Brunette rimase con i Pirates, formazione affiliata ai Capitals, fino al 1998, tuttavia il suo esordio in National Hockey League con i Capitals fu già durante la stagione 1995-1996, disputando 11 partite con tre reti e tre assist. Nelle stagioni seguenti aggiunse altre 51 presenze con la squadra di Washington prima di essere selezionato nell'NHL Expansion Draft 1998 dalla nuova franchigia dei Nashville Predators.[2] Da allora in poi non giocò più in AHL.

Dopo aver disputato la stagione 1998-99 con i Predators, l'anno successivo cambiò ancora franchigia accasandosi agli Atlanta Thrashers, per i quali giocò nelle due stagioni successive. Dalla stagione 2001-2002 Brunette si trasferì presso i Minnesota Wild.[3] Nel corso dei playoff 2003 il 22 aprile nell'overtime di Gara-7 segnò la rete decisiva contro i Colorado Avalanche per approdare alle semifinali della Western Conference. Essa fu l'ultima rete subita in carriera da parte del membro dell'Hall of Fame Patrick Roy.[4] Brunette rimase con i Wild fino al 2004, con un totale di 177 punti in 263 partite giocate. Dopo la stagione del lockout firmò da free agent un contratto con i Colorado Avalanche.[5]

Nella stagione 2006-07 Brunette raggiunse i migliori risultati in carriera per punti ottenuti, concludendo per la prima volta la stagione regolare con oltre un punto di media a gara, affiancato in linea dal centro e capitano Joe Sakic. Andrew Brunette mise a segno il punto numero 500 in NHL il 26 ottobre 2007 contro i Calgary Flames.[6] Brunette disputò tre stagioni con gli Avalanche senza saltare alcun incontro di stagione regolare.

Il 1º luglio 2008 Brunette firmò un contratto triennale ritornando a vestire la maglia dei Minnesota Wild.[7] Brunette raggiunse una tale costanza dal punto di vista fisico da essere schierato per 509 partite consecutive senza infortuni, tuttavia il 21 febbraio 2009 dovette interrompere la striscia a causa di un problema rimediato nel match contro i Detroit Red Wings.[8] A Brunette fu diagnosticato un infortunio al legamento crociato anteriore del ginocchio destro, tuttavia preferì essere operato solo al termine della stagione 2008-09.[9]

Brunette firmò un contratto annuale con i Chicago Blackhawks per disputare la stagione 2011-12.[10] Brunette concluse la stagione con 24 punti ottenuti, ritornando l'estate successiva come unrestricted free agent.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 febbraio 2013 si ritirò dall'attività agonistica entrando a far parte dello staff dirigenziale dei Minnesota Wild.[11] Nel luglio del 2014 fu ufficializzata la sua nomina ad assistente allenatore dei Minnesota Wild.[12]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • AHL Second All-Star Team: 1
1994-1995
1992-1993
  • CHL Second All-Star Team: 1
1992-1993

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Brunette, Andrew, hockeyheritagenorth.ca. URL consultato il 13-12-2012.
  2. ^ (EN) Legends of Hockey - Player - Andrew Brunette, legendsofhockey.net. URL consultato il 13-12-2012.
  3. ^ (EN) Wild won't be the same without Brunette, foxsportsnorth.com, 01-07-2011. URL consultato il 13-12-2012.
  4. ^ (EN) Fernandez stops 43 shots as Wild advance, ESPN, 22-04-2003. URL consultato il 13-12-2012.
  5. ^ (EN) Top Avs Of All Time: #17 Andrew Brunette, milehighhockey.com, 26-06-2008. URL consultato il 13-12-2012.
  6. ^ (EN) Brunette Earns 500th Career Point, Colorado Avalanche, 26-10-2007. URL consultato il 13-12-2012.
  7. ^ (EN) Wild sign Brunette, trade for Zidlicky, USA Today, 01-07-2008. URL consultato il 13-12-2012.
  8. ^ (EN) Brunette's ironman streak ends at 509, nhl.com, 21-02-2009. URL consultato il 13-12-2012.
  9. ^ (EN) Wild's Brunette to have surgery on torn ACL, cbc.ca, 13-04-2009. URL consultato il 13-12-2012.
  10. ^ (EN) NHL Free Agent Tracker, The Sports Network, 01-07-2011. URL consultato il 13-12-2012.
  11. ^ (EN) Brunette Named Hockey Operations Advisor, wild.nhl.com, 13-02-2013. URL consultato il 14-02-2013.
  12. ^ (EN) New title for Wild's Andrew Brunette: Assistant coach, startribune.com, 10-07-2014. URL consultato il 10-07-2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]